CRAS BASKET TARANTO, TORNA LA VITTORIA

TORNA IL DOMINIO ITALIANO DEL CRAS: LE MURA LUCCA SONO BATTUTE

Elodie Godin, Foto: Monica Iacca

 

CRAS-LE MURA 76-67

CRAS BASKET TARANTO: Sottana 4, Greco 13, Ballardini 7, Godin 5, Vaughn 19; Gianolla 2, Siccardi ne, Mahoney 15, Giauro 8, Pascalau 3. All. Ricchini.

LE MURA LUCCA: Corradini 4, Gentile 4, Bagnara 17, Willis 20, Hampton 10; Andrade ne, Petri ne, Favilla 3, Amato ne, Ruzickova 9.

ARBITRI:Borgo di Vicenza e Vanni Degli Onesti di Udine.

PARZIALI: 19-16, 37-29, 58-46, 76-67.

NOTE: T2 Cras 24/47, Lucca 24/40; T3 Cras 4/14, Lucca 5/12; TL Cras 16/24, Lucca 4/8.

 

 

 

Taranto (29-01-2012) Il Cras che piace al PalaMazzola. Rieccolo. A farne le spese Lucca, fermata nella sua corsa sorprendente. Il +9 della formazione di Roberto Ricchini serve non solo a vendicare il ko dell’andata, ma dopo la terza giornata di ritorno dell’A1, è utile a tenere a bada l’inseguitrice Schio, che resta a -2 lunghezze e di allungare il vantaggio sulla stessa Lucca e Umbertide (+6), piazzate in terza fila.

MINUTO DI SILENZIO Il Cras ed il Lucca, prima della contesa, hanno osservato un minuto di silenzio in memoria della scomparsa dell’ex Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro e della professoressa Elena Savarese, mamma del vice-allenatore del Cras Mario Buccoliero.

LA PARTITA Il Cras fredda Lucca sui blocchi. La formazione di Roberto Ricchina macina da subito il suo basket, che frutta l’8-4 del 3’. Diamanti, con Andrade forzatamente in panchina a causa di noie muscolari, si scalda e la sua squadra risponde con l’organizzazione che sinora ha sorpreso il campionato: 7-2 e +1 al 5’. Ricchini chiama timeout e Taranto ha la reazione, ma il match resta in equilibrio: +3 al 10’.

Scontri fisici e percussioni. Lucca “istiga” il Cras, che si tuffa nel match con più vigore. Buona la regia di Sottana, ficcante la “colla” tra i reparti offerta da Ballardini, pungenti Giauro e Vaughn. Per Lucca è la prima avvisaglia della tecnica e della tattica del Cras, che ricama basket, toccando il +8 al 18’. L’unica nota negativa è il terzo fallo, fischiando in modo inopinabile ad Elodie Godin (19’). Chiude d’accademia Michelle. Il suo canestro con volo d’angelo vale il +8 a metà tempo. Inizio di ripresa “annebbiato” per il Cras, che subisce le incursioni lucchesi: -2 al 22’. Ricchini non è soddisfatto e chiama timeout. Alla ripresa del match Lucca è senza Corradini (infortunio alla mano sinistra), ma Bagnara riporta le ospiti davanti: +1. Taranto risponde: +5 al 26’, ma Sottana si fa male alla mano sinistra (lussazione dell’anulare) e fila in panchina dolorante. Momento delicato con Lucca “zeppo” di falli. Gentile e Ballardini rispondono freddamente con una tripla a testa.  Taranto si eleva nuovamente: 12-5 che vale il +12 al 30’ con la difesa tosta (Giauro è diligente) ed colpi di Vaughn e Mahoney.

Ultimo parziale: torna sul parquet Sottana, con la mano fasciata all’altezza dell’anulare lussato. Momento florido per il Cras, che sfrutta la doppia regia (Sottana-Gianolla), al difesa globale e la tripla di Greco, che vale il +13 del 32’. Lucca risponde: -9 al 34’. Taranto non si disunisce e risponde con Sottana, Vaughn e Greco battagliere: +15 al 38’. E’ l’acuto di Taranto, che chiude tra gli applausi.

RICCHINI: “MARCIA RIPRESA” “Sono soddisfatto perché oggi la mia squadra ha ripreso la marcia vincente. Questi due punti sono il documento del Cras ritrovato. Adesso dobbiamo impegnarci per recuperare le energie spese in quest’ultimo mese, visto che con le prossime sfide con Rivas ed Umbertide, avremo giocato dieci volte in un mese”. Sospiro di sollievo. Roberto Ricchini “riabbraccia” il Taranto che sa recitare la parte da protagonista sul proscenio italiano. Con l’Eurolega che ormai ha sentenziato i mancati playoff, la formazione rossoblù ha messo in angolo Lucca, “avversario duro, che non è stato facile addomesticare – evidenzia il tecnico di Taranto -. Noi ci siamo riusciti con l’intensità difensiva e una limpida costruzione offensiva. Bene cosi. Battiamo questa via”.

SOTTANA: “PROVA INTENSA” La soddisfazione della domenica crassina è dipinta sul volto di Giorgia Sottana. La giocatrice del Cras parla di “una partita intensa, tra difesa e attacco, che ci ha permesso di difendere il primato della classifica e di trovare nuove certezze, guardando con rinnovata fiducia alle prossime partite”. Il Cras è vivo, nonostante l’Eurolega. “In Europa abbiamo vissuto purtroppo una stagione di alti e bassi – dice il play che ha chiuso il match con 4 punti e 5 assist – ma non ne facciamo un dramma, perché ci sono obiettivi importanti da centrare, ovvero scudetto e Coppa Italia”.

 

L’ADDETTO STAMPA DEL CRAS ALESSANDRO SALVATORE

TEL. 3479045421, MAIL stampacrasbasket@gmail.com

SITO WEB www.tarantocrasbasket.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...