CRAS BASKET TARANTO, UNA VITTORIA SALUTA L’EUROLEGA

CRAS, FINISCE CON UNA VITTORIA L’EUROLEGA 2012: RIVAS KO

DOMENICA RIPRENDE DA UMBERTIDE LA DIFESA DEL PRIMATO ITALIANO

 

CRAS-RIVAS 68-65

CRAS TARANTO: Sottana 6, Greco 7, Mahoney 10, Godin 12, Vaughn 10; Gianolla 6, Siccardi, Ballardini 13, Masoni, Giauro, Pascalau, Dacic 4. All. Ricchini.

RIVAS ECOPOLIS MADRID: Aguilar 8, Cruz 2, Carson 15, Jones 17, Pirsic 8; Garcia 2, Krivacevic 4, Justel ne, Gimeno 5, Treffers ne, Nicholls 4. All. Martinez Mendez.

ARBITRI: Sundic (Montenegro), Bertrand (Svizzera), Vassallo (Malta).

PARZIALI: 25-18, 39-36, 53-54, 68-65.

NOTE: T2 Cras 24/55, Rivas 26/47; T3 Cras 5/14, Rivas 1/9; TL Cras 15/18, Rivas 10/16.

 

Taranto (1-02-2012) Una vittoria inutile per i playoff. Ma è pur sempre una vittoria, che fa chiudere degnamente al Cras la terza Eurolega della sua storia e lancia le rossoblù. Alla fine dei conti Taranto è fuori dalla poule per gli ottavi a causa del -11 nella differenza canestri imposta da Montpellier, visto che italiane e francesi chiudono il primo turno preliminare del gruppo C al quinto posto.

Ora Taranto pensa al prossimo impegno di campionato, domenica alle 19 ad Umbertide (diretta su Rai Sport 2), dove la formazione di Roberto Ricchini punta a difendere il suo primato solitario nel campionato italiano. Questa la risposta dell’ultima giornata del gruppo preliminare C di Eurolega contro Rivas Ecopolis. Se successi su 14 match e sesto posto: questo il verdetto di Taranto, che saluta la massima competizione continentale.

LA PARTITA Avvio brioso del Cras: 10-4 al 3’. Risponde Rivas: -3 al 5’. Ricchini striglia la squadra e mescola il quintetto. La risposta c’è attraverso una difesa mirata sull’individuale ed un attacco rapido. L’effetto è il +7 del 10’. Ma nel secondo atto spunta la difesa velenosa di Rivas, che fa imbarazzare l’attacco jonico. Il risultato è il 15-7 spagnolo (marcato Carson e Jones) che vale il sorpasso: 32-33 al 17’. Qui Greco si infiamma, la sua tripla vale il +1, a rimorchio Godin che firma il +4 del 18’. Rivas accorcia al 20’: -3.

Partita più ingarbugliata nella ripresa. Rivas pensa alla classifica e spinge il piede sull’acceleratore. Taranto risponde ad intermittenza, segnando a fiammate. Ballardini accende la miccia da lontano due volte, ispirando il +4 del 25’. Ma le spagnole hanno stoffa, che è quella ad esempio di Carson e Jones. La risposta ospite si materializza con il +5 a cavallo tra terzo e quarto atto: break di 11-2 e +3 al 32’. Taranto accorcia: -2. Ma poi perde tre palle preziose. Rivas ne approfitta e vola sul +7 del 35’ (16-5 in 10’). Ricchini chiama timeout. L’intervallo serve a ricaricare le energie nervose del Cras, che si getta all’inseguimento di Rivas. A suonare la campana è Mahoney, che disegna il parziale di 6-0 che in 2’ vale il -1. Il coach Martinez Mendez chiama a sua volta il timeout. Ma è Taranto che è gasato: vantaggio con un canestro spettacolare di Godin: +1 al 39’. La francese firma il +2 dai liberi a -20”. Taranto controlla e chiude l’Eurolega vincendo.

RICCHINI: “RISPOSTA IMPORTANTE” “Questa vittoria ha un valore prezioso, perché dice che il Cras sta crescendo e che il Cras ci tenesse a chiudere bene l’Eurolega. Sebbene rinunciamo a proseguire la strada continentale, perché abbiamo perso punti per strada, faccio un plauso alla squadra, che oggi ha messo in campo il desiderio di crescere, applicandosi. Questo è un segnale per il prosieguo del nostro cammino”. Soddisfatto, a fine match, Roberto Ricchini, che centra la quinta vittoria su otto partite giocate in Italia ed in Europa in 27 giorni. “La stanchezza c’è – commenta Ricchini – ma vincere serve a farla sentire meno pesante. Ora guardiamo con nuovo ottimismo ai prossimi impegni”.

GIANOLLA: “ORA SERVE CONTINUITA’” La vittoria ha fatto da balsamo alla delusione per i mancati playoff. “Il Cras paga certi passi falsi passati purtroppo – commenta il play Angela Gianolla – e dispiace fermarci qui in Eurolega. Ma la ragione è nella difficile costruzione del gruppo. Adesso ci concentriamo sull’Italia, dove cercheremo con entusiasmo di centrare il doppio obiettivo di Italia ed Eurolega”. Questa l’analisi di, dopo la vittoria su Rivas. “Questa affermazione dice che il Cras è concentrato e punta ad arrivare lontano. Ma per farlo dovremo centrare la continuità”.

COSI’ NEL GRUPPO C Settimo turno preliminare ritorno girone C: domani 1 febbraio Brno-Kosice 57-79, Cracovia-Gospic 74-71, BLMA-Spartak 71-72, Cras-Rivas Ecopolis 68-65. La classifica: Mosca 25; Cracovia 24; Kosice 23; Rivas 22; BLMA, Cras 20; Gospic 19; Brno 15.

 

L’ADDETTO STAMPA DEL CRAS ALESSANDRO SALVATORE

TEL. 3479045421, MAIL stampacrasbasket@gmail.com

SITO WEB www.tarantocrasbasket.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...