GEAS S.S. GIOVANNI, RIMONTA SU POZZUOLI

BraccoGeas, una rimonta tutta grinta
La forte Pozzuoli bruciata sul filo

CINISELLO BALSAMO, 5 febbraio 2012
Il BraccoGeas vince all’ultimo respiro contro la GMA Pozzuoli e conquista
due punti importantissimi per la classifica e per il morale: l’81-80
propiziato da una prestazione tutta grinta e determinazione è il giusto
premio per le rossonere, capaci di rispondere all’avvio prepotente di
Pozzuoli (28 punti nel primo periodo) e di combattere fino all’ultimo
secondo di una partita entusiasmante e combattutissima. Grande
prestazione di squadra, ma grandi prestazione anche dalle singole, su
tutte Kristin Haynie (18 punti e 3 assist), Louice Halvarsson (17) e
soprattutto Manuela Zanon, che al solito contributo in termini di fisicità e
grinta nei momenti topici della partita ha aggiunto ben 20 punti, 8 rimbalzi
e 4 assist per uno straordinario 33 di valutazione complessiva.
Grazie a questo successo le geassine mantengono l’8° posto in classifica,
posizione da playoff, allungando a +4 sull’immediata inseguitrice, proprio
la GMA Pozzuoli, cui non è bastata una Danielle Adams da 19 punti
all’esordio in Italia. Adams ha numeri da fuoriclasse assoluta, in tutte le
zone del campo, come d’altra parte è comprovato dalla sua carriera
universitaria d’eccellenza nelle Texas A&M e dal riconoscimento di rookie
dell’anno nell’ultimo campionato Wnba: c’è da chiedersi quanto impatto
avrebbe questa giocatrice “XXXL” se scendesse in campo in un peso anche
lontanamente vicino a quello ideale. Le campane si sono presentate
proprio al Pala Allende per la prima volta in stagione con la formazione al
completo, avendo recuperato al meglio anche la play italo-americana
Zampella, apparsa in brillanti condizioni dopo diverse partite di assenza o
di limitato utilizzo per un infortunio alla spalla. Era questa la squadra che
la maggioranza degli osservatori consideravano come la possibile
rivelazione del campionato ed è questa formazione, praticamente tutta
composta da straniere o assimilate, che Haynie e compagne sono riuscite
a domare. Unico dettaglio negativo nella serata delle rossonere: la
differenza canestri resta a vantaggio di Pozzuoli che dunque il BraccoGeas
deve tenere assolutamente a distanza nella corsa ai playoff.

È comunque una vittoria che vale doppio quella del BraccoGeas, proprio
perché ottenuta contro la rivale più diretta per la qualificazione ai playoff
e, in generale, contro una squadra ricca di talento. Pozzuoli esce quindi

sconfitta dal Pala Allende nonostante le belle prove delle due pivot Adams
e Vilipic (17), veri e propri grattacapi per una difesa geassina non ancora
perfetta ma comunque più incisiva, dopo il brutto inizio, rispetto alla gara
contro Priolo di domenica scorsa. A fare la differenza per la vittoria sono
state però la grinta e la determinazione mostrata dalle rossonere, che non
hanno mollato dopo un primo quarto mostruoso delle avversarie e che
sono riuscite a rimanere a contatto nonostante le sfuriate offensive di
Adams e compagne. Questa è una di quelle vittorie che, per come sono
arrivate, cementano ancor di più un gruppo che, dopo la sirena finale, si è
stretto in un abbraccio come forse mai si era visto in questa stagione. Il
segnale lanciato dalle geassine è forte: il gruppo è compatto e competitivo
e, se ce ne fosse bisogno, la prova di stasera ne è la conferma.

A rendere il tutto difficile ci ha pensato però una buona GMA, che a inizio
gara parte fortissimo: coach Palumbo lancia subito Adams in quintetto e la
scelta viene premiata. Dopo il primo canestro dal campo ad opera di
Kristin Haynie, che manda a segno una tripla dopo una serie di palle perse
da parte di entrambe le squadre, Pozzuoli comincia a macinare gioco e
piazza subito un parziale di 8-0 firmato da ben 4 giocatrici diverse. Sull’8-3
Summerton accorcia le distanze dal mezzo angolo, ma Adams dimostra
subito di essere al centro degli schemi offensivi della GMA andando a sua
volta a segno. Le lunghe del Geas rispondono comunque presente, ma i
ritmi infernali impressi alla gara da Pozzuoli mettono in difficoltà le
rossonere: Mazzante, Vilipic e Zampella, quest’ultima autrice della tripla
del 20-11 in favore delle ospiti, vanno a canestro sfruttando le transizioni
primarie e spesso concludendo nei primi secondi dell’azione offensiva. Per
il Geas c’è invece una Haynie in gran spolvero: la play americana risponde
alla tripla di Zampella a sua volta con una bomba fronte a canestro, per
poi spezzare la difesa della GMA in penetrazione per il 16-22. Nel finale di
quarto Mazzante, tiratrice di eccezionale sensibilità, regala pezzi di
bravura, assistita da una Vilipic solida nel cuore dell’area. Il primo periodo
si chiude così 19-28, con le ospiti capaci di mettere in campo una grande
efficienza offensiva, propiziata anche da una difesa geassina poco
presente.

Nel secondo periodo l’ingresso in campo di Manuela Zanon cambia, come
nelle ultime partite, l’inerzia della gara: l’ala geassina realizza ben 9 punti
in poco più di 4’ di gioco, mettendo tanta fisicità sotto le plance e una
mano precisa nei tiri piazzati a disposizione della squadra. In pochi minuti
dal -9 di fine primo quarto, Zanon riporta il BraccoGeas fino al -4,
rispondendo all’ennesima tripla di Pozzuoli segnata da Ward (30-34).
L’aggancio è nell’aria, anche perché ora il Geas gioca bene: il canestro in
appoggio rovesciato di Halvarsson, assistita dall’ottima Haynie, regala al
Geas il -2 e una confidenza nei propri mezzi accresciuta dopo il brutto
inizio. Il canestro in post basso di Vilipic e il bel centro di Fazio, assistita
da Zampella con un preciso passaggio schiacciato a terra, non fermano le
rossonere che, col 2/2 dalla lunetta di Halvarsson e la penetrazione di
Zanoni, riescono a impattare a quota 38. Con 2’ alla sirena dell’intervallo
le geassine hanno il pallino del gioco in mano e cercano di sfruttare al
massimo il momento di calo della GMA (28 punti nel primo periodo, 12 nel

secondo): la tripla di Summerton (positiva con 13 punti) e il canestro in
penetrazione di Haynie, propiziato da un recupero proprio della play
americana del BraccoGeas, consentono alla squadra di coach Montini di
andare al riposo lungo sul +3 (43-40).

Al rientro in campo è Adams a conquistare il ruolo da protagonista della
partita: la pivot americana, dotata di un fisico impressionante, dimostra
anche la sua fama di tiratrice precisa ed efficace mandando prima a segno
un piazzato dal mezzo angolo, poi una tripla in transizione che stupisce
per precisione e per facilità di rilascio del pallone da parte di una
giocatrice di questa stazza. La bomba dell’americana consente a Pozzuoli
di tornare in vantaggio (45-47), ma il BraccoGeas non molla e prima con
Zanon, poi con Haynie, non consente la fuga alle avversarie (49-53). Nelle
due azioni successive ancora Haynie va a segno su assist di Zanoni,
bravissima a rubare il pallone dalla rimessa a Zampella, poi è Zanon a
propiziare dalla lunetta i punti del nuovo pareggio (43-43). Il gioco del
Geas, più fluido e armonico rispetto al primo periodo, deve però scontrarsi
con la verve offensiva di Pozzuoli, che ha in Vilipic e Adams (quest’ultima
ancora a segno da tre) due terminali importanti. Dall’altra parte Crippa e
Halvarsson dimostrano di non voler mollare nemmeno di fronte
all’ennesimo bel canestro di Mazzante. Nell’ultima azione del quarto
Pozzuoli commette un errore con Zampella, che sceglie di prendere
l’ultimo tiro con ancora qualche secondo sul cronometro del terzo periodo,
vanificando le speranze di allungo della GMA (62-64).

I ritmi della partita restano altissimi anche nell’ultimo quarto di gioco, che
si apre con l’ennesimo canestro dalla media di Adams (19 punti). Dopo il
canestro di Summerton per il Geas arriva anche una importante giocata
difensiva, con protagonista Iaia Zanoni, bravissima a trovare il tempo
giusto per stoppare Mazzante. L’americana di Pozzuoli si rifà poco dopo,
ma la tripla di Martina Crippa (7 punti) e il canestro di Summerton
regalano al Geas il nuovo +1 sul 69-68. A metà quarto le geassine
provano a piazzare il colpo del ko grazie a Zanon, che tocca quota 20
punti con due giocate da veterana. In pochi secondi però, dal 73-70, si
passa al 73-76 grazie ai canestri di Vilipic e Zampella. Pozzuoli si trova più
volte con la palla dell’allungo in mano, ma la difesa del Geas costringe le
campane a scegliere brutti tiri che non vanno a segno. In fase offensiva
invece Haynie e Zanoni si conquistano due decisivi viaggi in lunetta, che
riportano a contatto il Geas sul 77-78. Il canestro di Zampella, con ancora
1’30’’ da giocare, sembra poter spezzare le gambe alle rossonere, che
invece cercano caparbiamente di vincere la partite e trovano, con
Halvarsson, i due canestri del sorpasso (81-80). L’ultimo pallone della gara
spetta però a Pozzuoli, che sull’ultima azione si schianta però sulla difesa
del Geas: decisivo è il tocco di Haynie sul passaggio diretto a Vilipic, col
pallone che torna nelle mani di Mazzante ma con pochissimi secondi sul
cronometro. L’americana non fa nemmeno in tempo a servire Micovic: la
partita finisce così sull’81-80, risultato che fa esplodere la gioia in campo e
sugli spalti.

“Questa vittoria – commenta a fine gara coach Montini – è l’ennesima
dimostrazione di quanta voglia di combattere abbia la mia squadra. Un
inizio come quello di Pozzuoli avrebbe steso qualsiasi avversario: noi
invece siamo rimasti calmi, abbiamo piano piano messo a posto le
situazioni sbagliate nel primo periodo e con grinta siamo tornati in partita.
La GMA nei primi 10’ ha fatto canestro in ogni modo e da ogni posizione,
anche favorito da una nostra difesa non certo impeccabile. Purtroppo gli
inizi lenti che favoriscono le avversarie sono una costante della nostra
stagione, ma è altrettanto vero che molto spesso siamo riusciti, come
stasera, a rimontare svantaggi importanti e a tornare in partita: abbiamo
aggiustato la mira, cercando di costruire buoni tiri e difendendo con più
concentrazione, creando il giusto supporto mentale e tecnico al nostro
attacco, che come dimostrano i numeri è il migliore del campionato e in
generale ha funzionato bene anche stasera. Questa è una vittoria sudata,
meritata e importantissima: il successo infatti allontana Pozzuoli in
classifica, ci consente di consolidare la nostra posizione e soprattutto ci fa
riprendere il discorso con la vittoria interrotto a Priolo dopo una serie di
tre successi consecutivi. Certamente potevamo fare ancora meglio,
limitando l’attacco della GMA guidato da un’ottima Adams: la gara sarebbe
potuta finire con una vittoria di Pozzuoli, anche se ovviamente ci sono dei
dati che hanno fatto pendere l’ago della bilancia dalla nostra parte, tra cui
il dato delle perse e dei recuperi (16 e 29). In questa stagione, per vari
motivi, dobbiamo sempre giocare al massimo in tutte le fasi della partita e
in tutte le singole voci che vanno sullo scout: le ragazze sono convinte dei
propri mezzi e mettono in campo tutta la loro grinta e la loro cattiveria
agonistica, e nell’ultimo periodo questo è apparso in maniera
evidentissima. L’obiettivo adesso è restare su questo livello di gioco,
magari alzando ulteriormente il torno della difesa: stasera però non
potevo chiedere di meglio alle mie giocatrici, sono molto soddisfatto”.

La prossima settimana ad attendere le rossonere c’è la sfida alla Roberta
Faenza, sconfitta stasera dal Pool Comense e appaiata in classifica proprio
al BraccoGeas. La gara in terra romagnola rappresenta quindi una ghiotta
occasione per scalare la classifica e per prepararsi al meglio alla supersfida
contro Schio del turno successivo, che vedrà impegnate le geassine
venerdì 17 al Pala Falck di Sesto San Giovanni.

Jacopo Cattaneo
Ufficio Stampa BraccoGeas

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...