GEAS S.S. GIOVANNI, CON FAENZA SI GIOCA

A Faenza una sfida cruciale
BraccoGeas per un posto al sole

SESTO SAN GIOVANNI, 11 febbraio 2012
A fronte della difficile situazione meteorologica, dei rinvii di tutte
partite gestite dal Comitato Regionale dell’Emilia Romagna (B Nazionale
inclusa, a cui si è aggiunta quella in A2 tra Borgotaro e S.Martino di
Lupari), nonché delle partite di altri sport, la società BraccoGeas ha
valutato con Club Atletico Faenza il rinvio della partita in altra data.
Non essendo stato possibile accordarsi sul rischio e sul rinvio, la
comitiva rossonera domani si appresterà a mettersi in viaggio verso il
palazzetto di Castel Bolognese, d’accordo con Faenza, dopo aver
verificato che esistano le condizioni per effettuare la trasferta. In
caso contrario, si renderà necessario rinviare la partita.

La sfida di domani è per le rossonere una di quelle partite segnate sul
calendario con un circoletto rosso ed è la classifica a spiegare il perché.
Geas e Roberta sono infatti appaiate a quota 14 punti e occupano le
ultime due posizioni utili per la volata playoff: chi vincerà domenica farà
un grosso passo avanti verso la qualificazione alla post season, comunque
da consolidare nelle giornate successive. La sfida con la faentine è difficile,
anche per per il modo con cui le romagnole hanno positivamente reagito
alle tante difficoltà societarie, e non solo.

Conferma il tecnico Montini: “Questa partita è molto importante, perché in
caso di vittoria scaleremmo un altro gradino in classifica entrando in lotta
per il 6°/7° posto invece di rimanere in difesa dell’8°, che occupiamo in
questo momento. Faenza è una squadra difficile da affrontare: hanno due
playmaker, Eric e Carangelo, molto brave in regia ma anche in fase di
realizzazione, in più Mauriello e Santucci sono esterne atipiche essendo
alte 185, fattore quantomeno insolito per il ruolo. Nel reparto lunghe poi
Alexander e Halman sono giocatrici molto fisiche e complete, con Liles a
dare un bel contributo. Per noi non sarà facile, anche per le prevedibili
difficoltà di viaggio”.

Fattore importante per i successi di Faenza, che in questo campionato ha
un bottino di 7 vittorie e 8 sconfitte, è l’affermazione di Debora Carangelo,
tiratrice classe 1992, all’esordio in A1: 10.1 punti di media, cui aggiunge

3.7 rimbalzi e quasi un assist a partita. La regia è nelle mani di una
giocatrice importante e talentuosa come Marija Eric, 28enne playmaker
serba già vista in Italia con le maglie di Cavezzo, Faenza, Napoli e Priolo.
Pur costretta a saltare qualche gara per problematiche fisiche, Eric è
certamente un fattore per i destini di Faenza: 14 punti e 4.5 assist di
media (1° nella classifica di specialità), con “punte” di 24 (contro Cagliari)
e 22 punti (contro Pozzuoli) che rendono bene l’idea della sua pericolosità.

La Roberta completa il reparto esterne con Paola Mauriello e Lavinia
Santucci, giocatrice multidimensionale che può giocare sia da 3 che da 4.
Nel reparto lunghe l’esperienza di Marte Alexander, condizionata dagli
infortuni, la vitalità di Liles e Halman, quest’ultima in doppia cifra nei punti
segnati (10.2, 6.2 rimbalzi), rappresentano per coach Solaroli un
importante base sulla quale costruire i possibili successi della sua squadra.

Jacopo Cattaneo
Ufficio stampa BraccoGeas

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...