GEAS S.S. GIOVANNI, VENERDì CONTRO LE CAMPIONESSE D’ITALIA

BraccoGeas venerdì al PalaNat (20.45)
contro le campioni d’Italia di Schio
Montini: “Fondamentale il pubblico”

SESTO SAN GIOVANNI, 16 febbraio 2012
Il BraccoGeas, dopo il rinvio della partita contro Faenza a causa delle
condizioni meteo che domenica scorsa hanno impedito alle rossonere di
affrontare la trasferta (in attesa della conferma della Fip le due squadre si
sono accordate per recuperare la gara giovedì 1 marzo alle ore 19.30),
torna in campo per sfidare il Famila Schio campione d’Italia. La partita, già
speciale di per sé per la caratura e il prestigio dell’avversario, avrà una
valenza ancor più particolare per le rossonere che debutteranno in una
gara ufficiale del campionato di A1 al PalaNat di Sesto San Giovanni,
recentemente intitolato all’ex presidente geassino e già “collaudato” nella
gara dei quarti di Coppa Italia disputata dal Geas contro Priolo.
L’appuntamento con la palla a due è fissato eccezionalmente per venerdì
17 febbraio (ore 20.45), per favorire la trasferta settimanale di Eurolega
del Famila, che sarà impegnato contro il Perfumeria Avenida per gli ottavi
della massima competizione europea.

Probabilmente mai come in questa occasione il BraccoGeas avrà bisogno
venerdì di tutto il sostegno del proprio pubblico, chiamato a raccolta nella
storica palestra di Sesto San Giovanni, dove il “nuovo” Geas è pronto a
debuttare in campionato: il momento che sta attraversando la squadra di
coach Montini è certamente da considerarsi positivo, grazie alle 4 vittorie
(3 delle quali casalinghe) ottenute nelle ultime 5 partite. Nelle ultime
settimane le rossonere hanno mostrato evidenti progressi in termini di
gioco, ma soprattutto in termini di capacità di lottare fino all’ultimo
possesso (come dimostra la vittoria “allo scadere” con Pozzuoli) e contro
qualsiasi avversario. Hanno infatti dato prestigio alla stagione del Geas le
vittorie contro Taranto e Umbertide, squadre che nelle ultime stagioni
(quella 2011/12 compresa) hanno sempre battagliato per le zone alte
della classifica. Un successo contro il Famila Schio darebbe ulteriore lustro
al percorso delle geassine, anche se il pronostico, ad onor del vero, pende
decisamente dalla parte delle ragazze di coach Lasi. È però da sottolineare
come lo stesso pronostico sarebbe stato ancor più scontato verso una
vittoria delle venete solo qualche settimana fa: i recenti successi e
progressi della squadra di coach Montini infatti hanno riequilibrato, per

quanto possibile, la sfida, resa molto interessante anche dai precedenti
che, se si esclude la gara del girone di andata di questo campionato,
hanno sempre visto trionfare la squadra che giocava in trasferta (nelle
ultime tre stagioni). La vittoria di Schio (68-58) ottenuta da Masciadri e
compagne nella 6° giornata di andata ha, come detto, interrotto una
curiosa serie di vittorie esterne: la speranza delle geassine è quella di
invertire a loro volta la rotta, bagnando il debutto ufficiale in campionato
al PalaNat con una vittoria.

Attualmente il Famila Schio è capoclassifica in coabitazione col Cras
Taranto, anche se le ragazze di coach Ricchini hanno disputato (causa
rinvii per condizioni meteo avverse) una partita in meno rispetto alle
scledensi. 13 vittorie e 3 sconfitte sono un ottimo ruolino di marcia per
una squadra che, rispetto allo scorso anno, terminato col tricolore cucito
sul petto, ha cambiato capo allenatore: partita coach Orlando è infatti
arrivato al Pala Campagnola (che ospiterà tra l’altro le Final Four di Coppa
Italia, con Schio e Geas presenti sul parquet a contendersi la Coppa)
coach Maurizio Lasi, allenatore esperto ma alla prima esperienza nel
basket femminile. Il suo impatto col campionato italiano è stato subito
duro, con la prima giornata che ha offerto il remake della finale scudetto
dello scorso anno contro il Cras: il Famila ha cominciato la stagione con
una sconfitta, ma ha saputo subito riprendersi e intraprendere un percorso
da big del nostro campionato. Le arancioni sono reduci da 4 vittorie
consecutive (ottenute contro Cagliari, Faenza, Alcamo e Faenza) e si
presenteranno al PalaNat di Sesto San Giovanni con un volto nuovo: per
sopperire alla mancanza forzata di Chiara Pastore, infortunatasi alla spalla
e per cui si profila un ritorno in campo nella prossima stagione, la
dirigenza del Famila ha infatti ingaggiato la play-guardia slovacca Ivana
Jalcova, proveniente dalla formazione polacca di Gdynia. Jalcova,
giocatrice esperta e dal provato rendimento anche in Eurolega (7.5 punti e
3 assist di media quest’anno), affiancherà in cabina di regia l’israeliana
Liron Cohen, passatrice e realizzatrice formidabile, alla seconda stagione
in maglia Famila Schio.

Dal punto di vista fisico e tecnico la squadra di coach Lasi è una delle più
profonde e dotate del nostro campionato: a un parco italiane di altissimo
livello, con Macchi, Masciadri, Consolini e Nadalin a spiccare, Schio
affianca un parco straniere di livello assoluto. Decisiva per le fortune del
Famila è su tutte l’americana Cheryl Ford (il cui impiego non è comunque
certo per i postumi di un infortunio), giocatrice di “nobile stirpe” (figlia
della superstar Nba Karl Malone) e di classe assoluta. Per la pivot
americana, al primo anno in Italia, ci sono 13.1 punti e addirittura 15.5
rimbalzi di media, dati che la classificano al 6° posto nella classifica delle
migliori marcatrici del nostro campionato e al 1° (per distacco) in quella
delle migliori rimbalziste.

Per quanto riguarda i dati statistici, Ford è seguita nel roster del Famila
Schio da Raffaella Masciadri, stella del nostro campionato e della nostra
Nazionale, per altro nominata MVP dell’All Star Game giocato nei giorni
scorsi a Parma grazie ai 20 punti realizzati. Per Masciadri sono 11.4 i punti

di media (col 42% nel tiro da 3), mente sono 8.6 i punti, e 3.8 gli assist,
messi a referto dalla già citata Cohen, regista dell’attacco scledense.
Superati i problemi fisici, Laura Macchi sta tornando agli altissimi livelli che
le competono: forse la giocatrice più talentuosa del nostro basket, Macchi
ha una media punti di 8.4 punti per partita, pochi di più rispetto a quelli
segnati dalla potente americana Janel McCarville, giocatrice fisica e
tecnica come poche nel suo ruolo. Schio ha poi nel proprio arsenale una
tiratrice di livello come Maja Erkic (che però potrebbe lasciar posto in
formazione al nuovo acquisto), un’ala dal provato rendimento come
Jennifer Nadalin e una giocatrice giovane e dal futuro assicurato come
Chiara Consolini, con già diverse presenza accumulate in maglia azzurra.

La partita di venerdì ha quindi un altissimo livello di difficoltà, ma coach
Montini è fiducioso per una buona prestazione delle sue ragazze: “Sfide
come quella di venerdì stimolano sempre le giocatrici, portate a dare il
massimo quando hanno di fronte squadre come il Famila Schio: le
scledensi sono da anni al top nel nostro campionato, hanno fatto anche un
ottimo percorso in Eurolega e questo rende l’idea di quanto profondo e
competitivo sia il loro roster. Noi giochiamo in casa e speriamo di riempire
il nostro palazzetto: l’apporto del pubblico, richiamato anche da un grande
avversario e da una sfida che promette scintille, sarà fondamentale. In
questa stagione abbiamo avuto tanti alti e bassi, ma puntiamo a ben
figurare e a dar battaglia in una partita così prestigiosa. L’aver saltato la
sfida di domenica scorsa contro Faenza ci ha permesso di tirare un po’ il
fiato, ma è anche vero che non giocare ci ha tolto un po’ di ritmo, quindi
ci sono aspetti positivi e negativi. Dovremo scendere in campo concentrati
e determinati, per affrontare nel modo migliore questa partita dal
primissimo possesso. Schio è un avversario difficile, ma non imbattibile”.
Una battuta anche sull’All Star Game, che Montini ha vissuto da
protagonista (allenatore della selezione straniere) insieme a Kristin
Haynie, Ilaria Zanoni e Martina Crippa: “L’All Star Game è un evento
interessante e utile per tutte le giocatrici, desiderose di mettersi in gioco e
in evidenza: a proposito di Schio, durante la partita delle stelle abbiamo
visto in campo una grande Raffaella Masciadri, MVP della gara e giocatrice
di straordinaria esperienza e professionalità. Di sicuro Masciadri sarà
protagonista anche venerdì, insieme a compagne di altissimo livello come
quelle di Schio”.

Jacopo Cattaneo
Ufficio Stampa BraccoGeas

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...