GEAS S.S. GIOVANNI, ALLA RICERCA DI PUNTI PLAY OFF CONTRO COMO

BraccoGeas domani a Como (e in tv, 18.30)
Punti playoff cercansi: ma sarà molto dura

SESTO SAN GIOVANNI, 25 febbraio 2012
Tempo di derby per il BraccoGeas: le rossonere, reduci dalla larga
sconfitta contro il Famila Schio campione d’Italia (e poi capace di
conquistare la Final Eight di Eurolega: grandi applausi) , affrontano
domenica (ore 18.30, diretta su Rai Sport 2) il Pool Comense nella
supersfida tra due delle squadre più blasonate del nostro campionato. Una
rivalità tradizionalmente molto poco sentita, in verità, perché i rispettivi
cicli vincenti sono stati assai lontani fra loro e che è vissuta di recente
quasi solo a livello giovanile e per la vicinanza geografica. In questa
stagione il Pool Comense sta avendo un ottimo rendimento, come
dimostra il 3° posto in classifica occupato dalle ragazze di coach Barbiero,
che sta confermando la buona impressione destata già lo scorso anno alla
“prima” da capo allenatore del Pool Comense. Per il BraccoGeas, prima
della sconfitta interna col subita ad opera del Famila, era cominciata una
bella rimonta in termini di vittorie dopo un inizio di campionato non certo
esaltante. Il rinvio della gara esterna contro Faenza e il “giro a vuoto” del
PalaNat di domenica scorsa hanno rallentato la marcia delle geassine, che
vogliono però riprendere il discorso con la vittoria nella difficile trasferta e
cercare se possibile i puntoi che ancora mancano per consolidare la
posizione playoff.

“La sconfitta della settimana scorsa contro Schio – commenta coach
Montini in fase di presentazione della partita – non è stata di certo
positiva, ma abbiamo capito quali errori abbiamo commesso e soprattutto
abbiamo capito quanto potesse essere difficile battere una squadra che,
qualche giorno dopo, ha eliminato in Eurolega le campioni in carica di
Salamanca. Di certo quella col Famila non era una partita facile, anche se
avremmo comunque potuto fare meglio: contro Como sarà altrettanto
difficile, per diversi motivi, ma vogliamo riscattarci e dare seguito alle
vittorie delle ultime settimane. Arriviamo a questa partita in discrete
condizioni, pronti a dar battaglia in una sfida che negli ultimi anni ha
avuto grandi cariche emotive e tensioni sportive, anche perché l’anno
scorso Geas e Como si sono affrontate nei playoff dando vita a una serie
intensa e combattuta. Quest’anno la Comense sta facendo davvero bene:

penso possa mantenere la sua posizione anche nelle prossime settimane:
complice anche il periodo difficile di Umbertide, che non mi aspettavo,
Como ha scalato la classifica con merito e determinazione, caratteristica
quest’ultima che di certo non fa difetto alle giocatrici nero stellate. In
stagione il trio Harmon-Hicks-Smith segna quasi il 70% dei punti della
Comense e questo fa capire la loro importanza per i destini della squadra
di coach Barbiero: allo stesso tempo però le giocatrici italiane hanno
saputo adattarsi al meglio al sistema di Como, garantendo un ottimo
appoggio alle straniere e rappresentando buona parte delle fortune della
Comense. Domani sarà una partita combattuta, intensa come sempre e
giocata ad alti ritmi: vogliamo fare il meglio possibile e cercare di portare
a casa due punti che, per tanti motivi, sarebbero per noi davvero
importanti”.

La squadra a disposizione di coach Loris Barbiero è una delle più solide e
complete del campionato: con tre “punte di diamante” come Hicks, Smith
e Harmon, giocatrici d’esperienza come Donvito e Ajanovic, e giovani
prospetti come Gatti, Spreafico e Pasqualin, le nero stellate hanno
all’interno del proprio roster un notevole mix di talenti. Si sono quindi
dimostrati indolore, o quasi, gli addii estivi di giocatrici importanti come
Zampella e Fazio, passate entrambe a Pozzuoli: coach Barbiero,
trattenendo Harmon e Hicks e riportando a Como Smith dopo le
esperienze di Taranto e Tarbes, è riuscito a costruire un sistema vincente
e solido.
A livello statistico, come anticipato, sono tre le giocatrici a spiccare
all’interno del roster della Comense: la miglior marcatrice tra le nero
stellate è la californiana Cameo Hicks, che al secondo anno a Como sta
vivendo una stagione da protagonista: 15 punti di media, 4.3 falli subiti a
partita e 4.3 rimbalzi sono cifre di livello per un’americana pericolosissima
in penetrazione, buona tiratrice e giocatrice energica. Fondamentale per i
destini della Comense è anche la pivot Brooke Smith, 27enne statunitense
tornata a Como in questa stagione dopo un campionato, quello passato,
vissuto a metà tra Cras Taranto e Tarbes (Francia). Per Smith, una delle
pivot più importanti nel nostro campionato, ci sono 12.6 punti e 8.3
rimbalzi di media, accumulati grazie a una buona fisicità e a un repertorio
completo di movimenti sotto canestro e dalla media distanza. Terzo
elemento chiave e giocatrice tra le più interessanti dell’A1 italiana è
l’inglese classe ’87 Jullian Harmon, 12.2 punti e quasi 8 rimbalzi di media a
partita. Per comprende a pieno l’importanza del terzetto Hicks-Smith-
Harmon basta scorrere le classifiche individuali del nostro campionato:
tutte e tre figurano infatti nella top ten delle miglior realizzatrici dell’A1,
Harmon e Smith sono rispettivamente 6° e 3° nella classifica delle
rimbalziste.

Jacopo Cattaneo
Ufficio Stampa BraccoGeas

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...