LE MURA LUCCA, TRIPLA ALLO SCADERE DI GENTILE E SCHIO BATTUTA

LE MURA: TRIONFO CON SCHIO

Una tripla di Imma Gentile a fil di sirena regala il successo più bello al Basket Le Mura che piega con merito la Famila Schio, campione d’Italia. La play di Caserta ha avuto il coraggio e la sfrontatezza di prendersi il tiro decisivo nell’overtime, dopo che già nell’ultima azione del tempo regolamentare aveva avuto la palla in mano e l’occasione per essere determinante. In questa circostanza Imma non ha avuto la lucidità per fare la scelta giusta, ma nella seconda opportunità il pallone, scagliato da 7 metri dopo il passaggio di Andrade e un rapido movimento verso l’area avversaria, ha battuto nel tabellone ed è finito nel canestro facendo esplodere gli oltre 1300 tifosi del Palatagliate.
Successo meritato, non c’è dubbio, perchè Le Mura ha sempre condotto il match – anche di 11 punti – e solo due decisioni arbitrali nel quarto quarto, tecnico per simulazione di fallo a Favilla e fasllo tecnico a Diamanti sulle conseguenti proteste, hanno dato a Schio la possibilità di pareggiare e addirittura di andare avanti per la prima volta. La Famila ha avuto anche 4 punti di vantaggio, ma Le Mura non si mai arresa, sospinta da una straordinaria Willis (30 punti) e da una inesauribile Andrade (26).
Grande la soddisfazione e la festa dei tifosi a fine gara. Gentile, protagonista dell’ultima azione, racconta: “Mery Andrade mi ha passato la palla, avevo appena guardato il tabellone, mancavano 5 secondi alla fine. Che altro potevo fare? Ho tirato, è andata bene, la palla è entrata a canestro ed è stata una gioia enorme. Sarebbe stato una ingiustizia perdere questa partita che abbiamo condotto dal primo minuto. Io so di avere sbagliato tanto in precedenza, per fortuna le compagne sono state bravissime, non abbiamo mai fatto un passo indietro e sono felice di aver regalato a tutti questo successo”.
Gentile era già stata protagonista di un’altra vittoria di prestigio di Le Mura, nel girone di andata contro Taranto. Allora mise due triple da metà campo. “Contro le grandi squadre – spiega Imma – mi esalto, è un piacere per me confrontarmi con giocatrici di grandissimo livello, come è stato con Cohen. Lei è stata bravissima ma alla fine abbiamo vinto noi”.
Da una protagonista all’altra. Courtney Willis ha dimostrato un’altra volta di essere una giocatrice di primo livello, 30 punti con 12/16 da 2 e 6/6 ai liberi. Alla fine tutti si complimentano con l’americana, che ringrazia. “Stavo bene e sono contenta della mia partita e di quella di tutta la squadra, siamo state bravissime”.
Coach Mirco Diamanti, in panchina dopo essere stato assente agli allenamenti di venerdì e sabato per un attacco influenzale, si gode il trionfo: “E’ stata fatta giustizia, considerando anche quello che era successo all’andata – afferma il tecnico biancorosso –. Abbiamo giocato bene, guidando l’incontro dall’inizio e avremmo meritato di vincere già prima, nei tempi regolamentari. Ma è stato anche più bello così. E’ chiaro che in qualche occasione abbiamo pagato la fatica di giocare in 7, ma soprattutto di non avere a disposizione il secondo play (Corradini è ancora fuori dopo l’operazione alla mano; ndr), fatto che mi ha costretto a utilizzare giocatrici fuori ruolo. E’ una grande soddisfazione aver battuto in questa stagione sia Taranto che Schio, le venete addirittura per 2 volte, considerando il match di andata di Coppa Italia. Ora non  bisogna mollare, ci attendono altre sfide, altri punti da conquistare per migliorare la nostra posizione in chiave playoff”.
UFFICIO STAMPA BASKET LE MURA
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...