LE MURA LUCCA, PARLA IL PRESIDENTE CAVALLO

DOMENICA “LE MURA” APRIRA’ LE PORTE: UN ATTO DI RISPETTO DOLOROSO MA NECESSARIO

Si dice che la notte porti consiglio. La notizia della sproporzionata sanzione ricevuta dopo la pacifica invasione di campo di domenica scorsa inizialmente ci ha lasciato esterrefatti e la prima decisione è stata quella di giocare a porte chiuse per non cedere di fronte a una decisione esagerata e ingiusta, e non sommare il danno (economico) alla beffa (morale e d’immagine). Chi domenica era presente al palazzetto sa bene che si è trattato del tributo gioioso, anche se un po’ sopra le righe, per un’impresa destinata a rimanere nella storia del club e dello sport cittadino. Leggere le motivazioni del provvedimento e, cosa ancor più triste, le tendenziose ricostruzioni di terzi ospitate anche su media locali, ci ha fatto domandare a lungo se davvero valesse la pena tutto questo sacrificio e tutto questo impegno per cercare di promuovere cultura sportiva e occasioni di socializzazione. Ma la notte ci ha fatto valutare anche altri aspetti, che ci hanno convinto a pagare la sanzione pur di non rovinare lo spettacolo dell’ultima gara interna della regular season. Per non gravare ulteriormente sui conti della società, di per sé non certo floridi, abbiamo deciso di pagare la sanzione attraverso una colletta dei dirigenti; nelle ultime ore abbiamo letto con piacere di una analoga intenzione da parte di alcuni tifosi, a cui va il nostro ringraziamento a prescindere dalla cifra che verrà raccolta. Innanzitutto abbiamo deciso di aprire le porte per le nostre ragazze: hanno bisogno di tutto il calore e il sostegno per una gara determinante in ottica play-off e non meritano di giocare a porte chiuse dopo quello che hanno fatto sino a oggi. Poi lo abbiamo fatto per il “nostro” pubblico, dove le virgolette identificano la parte Sportiva, fortunatamente preponderante, a cui non vogliamo sottrarre il loro spettacolo preferito. Poi lo abbiamo fatto per tutti i nostri sponsor, in particolare quelli entrati recentemente: abbiamo dei contratti in essere che intendiamo rispettare in pieno, senza penalizzarli ingiustamente in termini di visibilità. C’è infine il rispetto di due impegni specificamente legati alla gara di domenica: l’accordo con Croce Verde, destinataria dell’intero incasso di gara come compenso per il prezioso servizio prestato durante tutta la stagione, e l’obbligo di ospitalità nei confronti di Geas Sesto San Giovanni che patrocina un progetto a finalità sociale che proprio domenica verrà presentato a Lucca. Tutto ciò non toglie che domenica scorsa alcuni isolati comportamenti abbiano trasceso le regole formali e il buon senso. La società “Le Mura” ricorda che il biglietto o l’abbonamento danno diritto ad assistere a uno spettacolo nel rigido rispetto delle regole: i soldi spesi per l’accesso non sono un salva- condotto per prendersi libertà discrezionali, ma sanciscono un contratto di fatto che vincola tutti a comportamenti corretti nello spirito dell’evento. Al fine di evitare ulteriori sanzioni e ogni futura strumentalizzazione, non potremo più tollerare eccessi, invasioni di campo né ingressi al palazzetto senza legittimo titolo, che cosa che non dimostra effettivo attaccamento alla squadra. Ce lo impone la legge (sportiva e civile) ma ancor di più il fair play e il rispetto di quei principi a cui da sempre “Le Mura” si ispira. Vi aspettiamo numerosi per dimostrare a tutti cosa vuol dire fare sport a Lucca.

Rodolfo Cavallo

Presidente ASD Basket Femminile “Le Mura” Lucca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...