CRAS BASKET TARANTO, PARLA FLORINA PASCALAU

FLORINA PASCALAU: “LOTTERO’ PER TORNARE PRESTO UNA GIOCATRICE VERA”

IL PIVOT DEL CRAS DOPO L’ESITO DELL’INFORTUNIO AL GINOCCHIO:

“ASPETTO A CASA LA COPPA ITALIA DALLE MIE COMPAGNE”

 

 

Taranto (09-03-12) Il giorno dopo il verdetto impietoso della risonanza magnetica, Florina Pascalau guarda già al futuro: “Voglio operarmi subito, fare riabilitazione ed a settembre cominciare la preparazione per la stagione prossima con la mia squadra”. Il ginocchio sinistro, che ha fatto crac domenica scorsa a Priolo, proprio in quel PalaEnichem dove ha vissuto 9 serie A1 consecutive prima di approdare al Cras, “è ancora gonfio e mi fa male – commenta il pivot rumeno -. Ma tutto questo mi dà la rabbia per affrontare l’intervento e tutti i passaggi successivi sino al mio ritorno da giocatrice. Tutte le compagne, assieme ad amici e tifosi, mi sono vicine in questo momento e le ringrazio, ma so che la vera forza per tornare col pallone da basket tra le mani è dentro di me”.

Il ricordo dell’infortunio fa venire fuori l’ironia (amara) della cestista di trent’anni, alta 196 centimetri e nata a Cluj Napoca: “E’ un flash continuo nella mia mente. Il fatto che fossi a Priolo è ovviamente una casualità, ma è il mio modo in cui mi sono fatto male che quasi… mi fa ridere. Se mi mettessi d’impegno non concederei questo bis beffardo. Ricordo perfettamente che, nella fase di atterraggio dal rimbalzo – evidenzia Florina – ho poggiato il mio piede sinistro su quello di Favento ed il destro su quello di Ciappina. E’ stato un ritorno a terra sbilanciato. E l’effetto è stato l’infortunio”. Ma Pascalau ha già imboccato la strada della sua ricostruzione, fisica e morale. Il verdetto della risonanza magnetica lo ha forzatamente digerito. L’esame strumentale effettuato ieri dal dott. Ciccio Ciliberto, membro dell’équipe medica del Cras, è chiaro: grosso versamento articolare del ginocchio sinistro, con sospetta lesione di 2° e 3° grado del crociato anteriore e del menisco esterno; oltre a traumi contusivi al femore ed alla tibia. “L’unico ostacolo per me è il legamento crociato, perché va ricostruito ed è fondamentale per la stabilità del ginocchio. Il resto è routine chirurgica. Sono pronta a tutto pur di tornare la Pascalau atleta”.

Nell’attesa di conoscere la data dell’intervento (avverrà nei prossimi giorni), Florina Pascalau è vicina alla squadra. “Lo sarò sempre – dice – e già ho detto alle mie compagni di promettermi che mi porteranno a casa la Coppa Italia… “. L’appuntamento del suo Cras è al prossimo weekend a Schio. Alle ore 16.15 Taranto aprirà la Final Four contro Sesto San Giovanni. A seguire il match Schio-Umbertide. Le vincenti si ritroveranno il giorno dopo al PalaCampagnola, dove si affronteranno nella finale (diretta su Rai Sport 2) che decreterà la vincitrice del trofeo. “Il Cras può farcela, sia a vincere la Coppa Italia che a conquistare lo scudetto. Io sono sicura di poter trasmettere una forza in più alle mie compagne”.

L’intervento non ha minato le certezze di Pascalau. L’augurio, espresso dalla società a partire dal presidente Angelo Basile, è quello di “rivedere Florina al più presto su un campo da basket”.

 

 

 

L’ADDETTO STAMPA DEL CRAS ALESSANDRO SALVATORE

TEL. 3479045421, MAIL stampacrasbasket@gmail.com

SITO WEB www.tarantocrasbasket.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...