GEAS S.S. GIOVANNI, TRASFERTA A LUCCA PER I PLAY OFF

BraccoGeas a Lucca: serve un’impresa
contro la rivelazione del campionato
La corsa ai playoff è ancora apertissima

CINISELLO BALSAMO, 10 marzo 2012
Il BraccoGeas, dopo le due vittorie casalinghe ottenute contro Cagliari e
Parma, è pronto per il rush finale: in tre settimane si deciderà infatti il
destino delle rossonere, per quanto riguarda sia il campionato sia la coppa
Italia. Se infatti nel weekend del 17-18 marzo le geassine saranno
impegnate nelle final four di Coppa a Schio (semifinale col Cras Taranto),
domani, domenica 11marzo, il Bracco dovrà affrontare in trasferta il Le
Mura Lucca, squadra rivelazione del campionato, in una sfida che
potrebbe dare alle rossonere la matematica certezza della partecipazione
ai playoff.

Arrivati a due partite dal termine della stagione regolare è ormai tempo di
fare dei calcoli: la lotta per i posti playoff dal sesto all’ottavo coinvolge
infatti ancora diverse squadre, tra cui il Geas, che deve peró stare
attentissimo e non sbagliare nulla perchè per le geassine è ancora vivo lo
spettro dei playout. In caso di vittoria contro Lucca, e di sconfitta di una
Pozzuoli impegnata nella sfida casalinga con la Comense, le rossonere
volerebbero a +4 proprio su Pozzuoli, guadagnandosi come minimo
l’ottavo posto aritmetico. D’altra parte, altre concatenazioni di risultati
favorevoli potrebbero consentire alle rossonere addirittura uno sguardo sul
sesto posto. È però presto per pensare a questa eventualità: prima
bisognerà fare i conti contro una Lucca in buona forma e in generale
squadra dalle ottime potenzialità, come dimostrano classifica e recenti
risultati. Servirà un’impresa.

La pensa ovviamente così anche coach Montini: “Le ultime due vittorie ci
hanno dato fiducia, ma guai ad accontentarsi: da qui fino alla fine del
campionato dovremo scendere in campo con lo stesso spirito e la stessa
voglia di imporci dimostrati nella gara di giovedì contro Parma, che
probabilmente è stata la migliore della stagione per diversi aspetti. Brucia
ancora la brutta sconfitta subita a Como e questo, per noi, è un bene: non
dimenticarsi di una gara così ci fa sempre scendere sul parquet con tanta
voglia di riscatto, come abbiamo dimostrato da Faenza in poi. L’imperativo
è non abbassare la guardia, non accontentarci e soprattutto non

impelagarci in elucubrazioni mentali che riguardino la classifica, gli altri
risultati e i risultati delle altre squadre. In queste situazioni, sempre
delicate da gestire, la cosa migliore da fare è concentrarci su noi stessi e
sulle nostre prestazioni: per noi basterebbe vincere le ultime due partite
per essere certi dei playoff, ed è su questo aspetto che dobbiamo puntare
per chiudere al meglio la regular season”.

A rendere complicata la partita di domani è soprattutto la forza
dell’avversario: il Le Mura Lucca, nello scorso weekend, è riuscito a
battere niente meno che il Famila Schio campione d’Italia (81-80 dopo un
tempo supplementare), mentre giovedì la squadra di coach Diamanti è
riuscita a far sudare le proverbiali sette camicie alla Comense, vittoriosa
con fatica col punteggio di 56-53 dopo una partita molto equilibrata.
Attualmente Lucca occupa la quinta posizione in classifica, frutto
soprattutto di un girone d’andata ottimo, con 7 vittorie in 11 partite.
Significativo il passo in avanti della squadra toscana rispetto allo scorso
anno, quando le vittorie in tutto il campionato erano state 9 (ora sono già
12). Questo salto di qualità è dovuto, in primis, al grande lavoro svolto da
coach Mirko Diamanti, allenatore in grado come pochi di imprimere
un’impronta forte sulla propria squadra e sul modo di giocare delle proprie
giocatrici. La controprova è la constatazione che il salto di qualità di
rendimento rispetto alla scorsa stagione non è dovuto a una campagna
acquisti roboante. La conferma di Mery Andrade è stata basilare. La
portoghese, fedelissima di coach Diamanti, è l’anima della squadra,
formazione coriacea e dalle ottime attitudini difensive. Statisticamente
Andrade segna poco meno di 10 punti a partita e soprattutti recupera 3.3
palloni a partita, la migliore del campionato nella specialità.
Miglior marcatrice in casa Le Mura è l’americana Courtney Willis, una
delle giocatrici più complete del nostro campionato: sono 13 i punti e 7.2 i
rimbalzi di Willis, che con Shamela Hampton, anche lei al secondo anno a
Lucca, compone una delle migliori coppie di lunghe in Italia. Hampton,
giocatrice dal gran fisico e dalle grandi doti di saltatrice, ha cifre simili a
Willis (10.7 punti e 6.2 rimbalzi) e a un’altra delle anime di Lucca,
Benedetta Bagnara. Per lei ci sono 11.2 punti di media (1.4 assist), che
fanno da contorno a un’intensità difensiva e offensiva che poche altre
giocatrici sanno garantire ai livelli dell’ex La Spezia, Livorno e Umbertide.
L’innesto di mercato sicuramente più riuscito è la pivot slovena Marie
Ruzickova, classe ’86, autrice di un’ottima stagione, come confermano gli
8.8 punti e i 5.4 rimbalzi di media. Fondamentale per i destini del Le Mura
è anche Immacolata Gentile, giocatrice dalle ottime qualità e dal grande
carisma. 5.5 punti e 1.9 assist rendono fin poco giustizia al contributo di
Gentile alla causa di Lucca. Nell’ultima partita contro Como è infine
rientrata dopo un infortunio e conseguente operazione alla mano la play
ex Reyer Venezia Licia Corradini, aggiunta importante in un roster
comunque completo e profondo.

Jacopo Cattaneo
Ufficio Stampa BraccoGeas

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...