LIOMATIC UMBERTIDE, RISULTATO PREVISTO CONTRO SCHIO

Tutto (o quasi) secondo copione. Come si potrebbe altresì commentare una sconfitta prevista, prevedibile, sicuramente dignitosa e tutto sommato indolore? Umbertide va sotto a Schio perché le scledensi (specie in questo periodo) sono più forti, complete, fisiche, talentuose. Sono le tricolori in carica, nonché fresche qualificate alle prossime Final-Eight di Eurolega. La Liomatic, invero, ci ha pure provato. Ma con gli “spareggi” contro Parma e Como alle porte ed una situazione contingente piuttosto difficile alla voce infortuni, era difficile pretendere di più. Anche a livello fisiologico. Tuttavia la formazione di coach Serventi ha sbagliato troppo in troppe zone del campo. Male in attacco (32% dal campo) e distratta in difesa (tanti tiri comodi e rimbalzi d’attacco concessi alle venete), la Liomatic ha pagato un rendimento caratterizzato da troppe pause nel corso dei 40 minuti. Passaggi a vuoto che contro certe squadre finisci per pagare inevitabilmente. E pesantemente. Le umbre saranno comunque artefici del proprio destino, in virtù delle sconfitte di Lucca e Parma. Battendo domenica le gialloblù emiliane, Umbertide è sicura del 5° posto. Nello
stesso tempo può mettere in cassaforte il 4° (scontri diretti ok su Lucca) e, perché no, giocarsi in riva al Lario il gradino più basso del podio nell’ultima gara di regular-season. Questi i numeri, incontrovertibili, che testimoniano una stagione altamente positiva da parte delle umbertidesi. Staremo a vedere. Tornando al match del “PalaCampagnola”, in avvio coach Serventi sceglie un quintetto composto da Zara, Martinez, Modica, Cinili da nr. 4 con Ohlde unica lunga. Schio, che deve rinunciare a Cheryl Ford (oltre alla lungodegente Pastore), propone sotto le plance la coppia Mc Carville-Nadalin, Macchi da nr. 3, Cohen e
Masciadri. La partenza delle ospiti è choc. Il Famila vola subito 9-0, con le 2 lunghe protagoniste. Umbertide impiega metà periodo per trovare il fondo della retina; è l’ex Martinez a rompere il ghiaccio dalla linea (1/2). Schio sembra padrona, ma Milica Jovanovic non è convinta. La montenegrina firma un break di 7-2, compreso il piazzato sulla prima sirena che da il -5 alla sua squadra (15-10, 15-6 il parziale complessivo).
Quando si torna sul parquet, è però l’altra ex Consolini a dare la scossa (19-10 al minuto 13). La Liomatic accusa il colpo e le arancioni toccano la doppia cifra di vantaggio, sospinte ancora dalla coppia Mc Carville-Nadalin (35 p.ti in 2, 7/8 al tiro per l’azzurra). Una tripla di Masciadri sancisce il massimo vantaggio (36-21), proprio in prossimità della pausa lunga. Umbertide, in questo frangente, spreca l’impossibile in attacco (malgrado tiri aperti, specie da fuori) e non morde come sa in difesa. Quando si torna sul parquet, le ospiti reagiscono. La Liomatic non ci sta, non è da lei, a fare la parte della vittima sacrificale. Cinili e Jovanovic
suonano la carica. Proprio una “bomba” di Jovanovic, su rimbalzo d’attacco della giocatrice romana, sigla il -7 ospite (42-35, 14-6 il break umbro). Le viaggianti sembrano poter tornare a contatto, ma il relativo time-out di coach Lasi fornisce l’effetto sperato. Un contro-break di 10-0 scrive la parola fine (52-35 al 28’, massimo vantaggio interno). Umbertide ha comunque il grande merito di non mollare. Alla terza sirena il tabellino recita 52-40, conseguenza di un altro colpo di coda delle umbertidesi. L’ultimo quarto non regala
però emozioni. Schio amministra agevolmente, con il margine di vantaggio che non scende mai sotto la doppia cifra. Finisce 65-59. Le locali possono festeggiare la 2° piazza e prepararsi ad un mese di marzo denso di appuntamenti clou, nonché storici. La Liomatic è invece già con lo sguardo fisso sul prossimo week- end, avversario Parma nel primo di 2 scontri diretti che definiranno la griglia Play-Off. La squadra di coach Serventi chiude 3 settimane ad altissima intensità (7 gare in 20 giorni), cercando il colpo di reni finale. Si
comincia quindi al “PalaLiomatic”, domenica ore 18:00, quando ci sarà da sigillare il 5° posto. Così, per cominciare…

Lorenzo Spantini – A.S. Liomatic Umbertide

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...