GEAS S.S. GIOVANNI, 40 MINUTI PER I PLAY OFF

BraccoGeas, tutto in 40 minuti:
domenica al Pala Allende alle 17.15
la sfida ad Alcamo vale i playoff
(e occhio al blocco del traffico)

SESTO SAN GIOVANNI, 23 marzo 2012
Tutto in 40 minuti: nell’ultima sfida di regular season, in programma
domenica alle ore 17.15 al Pala Allende di Cinisello (a parte forniamo
alcuni suggerimenti per raggiungere l’impianto con i mezzi pubblici,
considerato il blocco totale del traffico che interessa tutta l’area di Milano
e l’hinterland), il BraccoGeas ha in mano il proprio destino. Le rossonere,
impegnate contro Alcamo, fanalino di coda del campionato, hanno infatti
la possibilità di conquistare i playoff battendo la squadra siciliana e di non
curarsi, almeno per quanto riguarda la certezza di partecipazione alla post
season, dei risultati delle altre squadra impegnate in questo ultimo turno
di stagione regolare. Teoricamente, in caso di sconfitta di Pozzuoli contro
il Famila Schio, le geassine sarebbero qualificate ai playoff come 8° anche
in caso di sconfitta interna contro Alcamo, ma questa è un’ipotesi che
Arturi e compagne non vogliono nemmeno prendere in considerazione,
anche perché con un successo contro Alcamo e qualche altro risultato
favorevole per le geassine potrebbero aprirsi addirittura le porte del 6° o
7° posto.

Nella tabella dei possibili piazzamenti finali infatti per il BraccoGeas ci
sarebbe la teorica possibilità di chiudere al 6° posto in caso di
contemporanea sconfitta di Parma (contro Lucca) e Faenza (contro
Priolo), o al 7° posto in caso di vittoria del Lavezzini e sconfitta del
Roberta Faenza. La priorità però è vincere contro Alcamo e mettere al
sicuro la partecipazione ai playoff per proseguire nella striscia positiva di
partecipazione alla post season del Geas, sempre qualificato ai playoff dal
ritorno in A1: nelle ultime tre stagioni infatti le rossonere si sono
qualificate al 6° posto nel 2008/09, al 7° nella stagione successiva e
addirittura al 3° nello scorso campionato, senza dubbio il migliore
disputato dalla squadra sestese. Interrompere la tradizione sarebbe
decisamente negativo, anche perché significherebbe doversi guadagnare
la salvezza nella pericolosa roulette dei playout.

Potrebbe forse favorire la missione del BraccoGeas la situazione-
americane che sta penalizzando il finale di stagione di Alcamo: Gidden,
Montagnino e Michael, giocatrici di punta della formazione siciliana, hanno
infatti deciso nell’ultimo turno di campionato di non scendere in campo per
protestare contro le inadempienze economiche della società, come si
legge proprio sul sito del club. La società, per tutta risposta, ha deciso di
sospendere temporaneamente le tre atlete. Coach Montini però non si fida
e preferisce pensare di affrontare Alcamo al completo: “Certamente –
dichiara l’allenatore rossonero – la società siciliana avrà trovato il modo di
far giocare le proprie straniere, quindi dovremo preoccuparci di affrontare
una squadra al completo e sicuramente pericolosa: credo che la classifica
di Alcamo sia bugiarda, in quanto per quello che mi riguarda le siciliane
hanno una squadra completa in ogni reparto e meglio attrezzata rispetto
ad altre compagini del nostro campionato. Hanno delle buone straniere e
un nucleo solido che in questa stagione non ha forse reso come ci si
poteva aspettare ma che nella singola partita può dare fastidio
all’avversario di turno: dovremo quindi sudarci una vittoria che in ogni
caso vogliamo ad ogni costo, perché ci consentirebbe di proseguire la
stagione con i playoff. Per noi è vitale arrivare almeno 8°, sia per
raggiungere un obiettivo importante come i playoff, sia per evitare i
playout, uno spauracchio per tutti. Scenderemo in campo con tanta voglia
e tanta concentrazione, nonostante qualche problema fisico che alcune
nostre giocatrici sono costrette a sopportare da qualche settimana ma
che, al 99%, non impedirà a nessuna di essere in campo domenica”.

Guardando alle statistiche, Michael, Montagnino e Gidden sono, con
Mandache, le migliori in praticamente tutte le specifiche, dai punti ai
rimbalzi, dai recuperi agli assist. In particolare Nicole Michael, ala 24enne
alla prima esperienza in Italia, si è distinta nel corso della stagione per le
sue doti atletiche e di realizzatrice: l’americana è infatti l’unica giocatrice
di Alcamo in doppia cifra per punti segnati di media (10.6) cui aggiunge
anche 7.4 rimbalzi di media. Fondamentali gli apporti alla causa di Alcamo
di Montagnino, arrivata a stagione in corso, e Gidden: la prima, buona
tiratrice, ha una media di 8.6 punti a gara, mentre la seconda ha 8.8 i
punti e 10.4 rimbalzi. Importante è anche il contributo dell’elegante
tiratrice romena Mandache, da due stagioni alla corte di Alcamo: per lei ci
sono 9.1 punti e 4.5 rimbalzi a partita, oltre a un grande contributo in
termini di personalità e presenza in campo. Statisticamente meno
significativo il contributo delle italiane, per la squadra allenata per la prima
metà della stagione dall’ex vice allenatore geassino Andrea Petitpierre, poi
sostituito da coach Barbara: Caliendo (quest’ultima molto in luce nelle
ultime uscite), Rossi, Fassina e Gattini hanno medie inferiori rispetto alle
colleghe straniere, tra cui figura anche la pivot polacca Lipka Gulak, 5.8
punti e 4.4 rimbalzi di media.

Jacopo Cattaneo
Ufficio Stampa BraccoGeas

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...