CRAS BASKET TARANTO, PRIMA VITTORIA NEI PLAY OFF

PLAYOFF-SCUDETTO, IL CRAS APRE LA SERIE CON LA VITTORIA: SESTO E’ KO

L’11 APRILE NEL MILANESE PER CONQUISTARE IL 2-0 CHE VALE LA SEMIFINALE

 

CRAS-SESTO SAN GIOVANNI 73-58

CRAS TARANTO: Sottana 11, Greco 8, Ballardini 7, Godin 8, Vaughn 20; Gianolla, Siccardi 2, Mahoney 13, Giauro 4, Melnika. All. Ricchini.

BRACCO GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Haynie 4, Crippa 12, Zanoni 16, Summerton-Hodges 9, Halvarsson 2; Arturi 4, Pastorino ne, Zanon 4, Giorgi ne, Michailova 7. All. Montini.

ARBITRI: Attard di Siracusa e Volpe di La Spezia.

PARZIALI: 24-25, 40-38, 58-42, 73-58.

NOTE: T2 Cras 28/53, Sesto 23/41; T3 Cras  4/14, Sesto 2/9; TL Cras 5/9, Sesto 6/9. Spettatori 1500.

 

 

 

Taranto (05-04-2012) Battesimo vincente nei playoff-scudetto. Il Cras batte Sesto in gara-1 dei quarti di finale e mette una mezza ipoteca sul passaggio alle semifinali. Mercoledì 11, nel milanese, se Taranto pescherà il successo avrà già passato il turno, al contrario il pareggio rimanderà tutto alla “bella” fissata il 14 a Taranto. Questo l’esito del primo turno dei playoff dell’A1 di basket femminile, firmato dalla formazione di Roberto Ricchini.

LA PARTITA Inizio flash del Cras: 7-2. Poi risponde Sesto, specie con le esterne che trovano vie poche “intasate”, perché Taranto si concede in marcatura. L’effetto è l’equilibrio: Ricchini chiama il primo timeout con le joniche avanti 13-11. Sesto resta attaccato alle pugliesi, che dopo il +4 del 6’ subiscono il sorpasso alla prima sirena: -1 al 10’. Dopo il primo riposo Sesto infila la sua prima tripla con Michailova: +4 Sesto. La squadra lombarda è ispirata nei suoi fondamentali: difende aggressivo e segna con buone percentuali (63% alla fine del primo tempo). Il Cras subisce troppo, ma resta aggrappato alle avversarie: 28 pari al 14’, 36-38 al 18’. Negli ultimi due giri di lancette la formazione di Roberto Ricchini inizia a difendere come sa (buona prova di Siccardi), limita l’avversario e chiude in contropiede il primo tempo: +2 con Godin.

Inizio di ripresa metodico: 44-40 al 23’. Poi il Cras ha la prima fiammata. La difesa dura ed il contropiede (più  la prima tripla di Sottana), valgono il +9 del 26’. Montini chiama timeout. Al ritorno in campo Vaughn con rabbia, Greco e Gianolla con stile, allungano il vantaggio: +16 al 29’, break di 16-2. Al 30’ Taranto è avanti sempre di 16 lunghezze. Ma la formazione rossoblù ha fame e continua a randellare con stile l’avversario, che alla lunga scompare. Il massimo vantaggio è il +20 del 38’, che vale come mezza ipoteca sulla semifinale-scudetto.

RICCHINI: “PRIMO PASSO IMPORTANTE” Roberto Ricchini continua a battere la sua filosofia pragmatica: un passo alla volta. Il pensiero non cambia anche se il successo sul Bracco Geas è il tredicesimo consecutivo tra Italia ed Europa di Taranto. “Avevamo l’obiettivo di passare in vantaggio nei playoff e lo abbiamo centrato – sottolinea Ricchini -. Ora pensiamo a gara-2 restando con la concentrazione alta, carichi della nostre certezze”.

Sfida non facile quella con la formazione rossonera, Ricchini la sviscera col suo pensiero offerto alla stampa nel dopo match: “Loro non avevano addosso la pressione che avevamo noi e dunque si sono posti in un atteggiamento maggiormente spregiudicato, ma davanti si sono trovati una squadra mentalmente convinta e che ha tirato fuori dal bagaglio ottimi strumenti di basket. Noi infatti abbiamo inizialmente subìto la loro ottima percentuale al tiro nel primo tempo. Nella ripresa abbiamo costruito con applicazione il successo. Proseguiamo convinti sulla strada dei playoff”.

GRECO: “HO FAME DI SCUDETTO” La luce sul volto di Michelle Greco spiega la prima notte-playoff del Cras. Mentre Taranto sta per accogliere l’uscita della Madonna del Giovedì Santo, la rossoblù vive l’adrenalina post vittoria: “E’ una prestazione che ci fa bene perché ci apre la via dei playoff-scudetto, che abbiamo preparato con scrupolo e passione. La vittoria è il segno della nostra buona salute ed io sono felice perché il Cras è sulla via dell’obiettivo che mi ha fatto tornare a settembre, ovvero il mio terzo scudetto”.

Questi i numeri della guardia di Santa Monica, che hanno contribuito alla prova vincente: 8 punti (2 triple), 4 rimbalzi e 3 assist. “Sono soddisfatta, soprattutto perché le mie statistiche hanno contribuito a questo vantaggio nei quarti di finale. Da domani ci tufferemo nella costruzione di gara-2, da affrontare con la concentrazione alta”.

 

L’ADDETTO STAMPA DEL CRAS ALESSANDRO SALVATORE

TEL. 3479045421, MAIL stampacrasbasket@gmail.com

SITO WEB www.tarantocrasbasket.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...