CRAS BASKET TARANTO, ARRIVA UN’INATTESA SCONFITTA

SEMIFINALE-SCUDETTO: LE MURA LUCCA IMPONE AL CRAS LO 0-1

ORA LA SERIE SI SPOSTA AL PALAMAZZOLA CON GARA-2 E 3 SABATO E LUNEDI’

LUCCA-CRAS TARANTO 61-54

LE MURA LUCCA: Corradini 4, Bagnara 6, Andrade 11, Willis 8, Hampton 16; Gentile 2, Amato ne, Petri ne, Favilla, Ruzickova 14. All. Diamanti.

CRAS TARANTO: Sottana 15, Greco 8, Ballardini 2, Godin 4, Vaughn 13; Gianolla 2, Siccardi, Mahoney 8, Giauro 2, Melnika ne. All. Ricchini.

ARBITRI: Biasini di Frosinone e Ceratto di Alessandria.

PARZIALI: 12-10, 29-24, 44-35, 61-54

NOTE: T2 Lucca 22/50, Cras 20/47; T3 Lucca 2/8, Cras 3/17; TL Lucca 11/11, Cras 5/5.

Lucca (18-04-2012) Il PalaTagliate di Lucca resta in questa stagione un tabù per il Cras. Dopo il -8 della regular season, la squadra di Roberto Ricchini scivola sul parquet toscano anche in gara-1 della semifinale-scudetto. L’effetto è lo svantaggio nel secondo turno-playoff e lo stop alla marcia vincente che durava da 14 partite.

Ora la serie tra il Cras e la Le Mura si trasferisce al PalaMazzola di Taranto, dove sabato e lunedì prossimi (alle 20,30) si terranno gara-2 e 3. Per le joniche c’è la possibilità di ribaltare lo svantaggio di Lucca. Passa in finale chi vince i primi tre match sui potenziali 5 totali. Nell’altra semifinale Como ha battuto Schio 61-60.

LA PARTITA Show dell’errore nei primi due minuti: Lucca fa 0/2 nel tiro e Taranto fa 0/7. Andrade sblocca il risultato. Taranto risponde con Vaughn. E’ equilibrio sino al 9′: 10-10. Lucca chiude davanti alla fine del primo atto (+2) e firma il primo strappo del match al 13′, grazie all’11-2 che vale il +11. Il Cras sino a quel momento era stato troppo impreciso sotto canestro. Vaughn e Mahoney smuovono le acque, contribuendo al 12-6 che negli ultimi 3 minuti vale il -5 di metà tempo.

Il Cras inizia bene la ripresa: -3 con Godin, ma poi riemerge l’irruenza difensiva ed a rimbalzo delle Mura Lucca. La squadra toscana piazza il parziale di 13-2 in 7 minuti (bene Andrade ed Hampton), che vale il +16 del 27′. Taranto qui ha la reazione. Vaughn prova a scuotere le sue compagne, ispirando il 9-2 in 3′ che frutta il -9 alla fine del terzo periodo. Il match si scalda maggiormente nell’atto finale, che è un susseguirsi di emozioni. Il Cras si butta a caccia dell’avversario, alza l’asticella in difesa ed in attacco trova due triple di Sottana, che valgono il miglior avvicinamento possibile: -1 al 34′. Qui Diamanti avverte il pericolo e ricarica la sua squadra nel timeout. Difatti Lucca ritrova la retta via, firmando soprattutto con Hampton e Ruzickova il 9-2 che vale il +8 al 38′. Mancano due minuti, Taranto è vicino nell’angolo di un “ring” infuocato. Sottana infila la terza tripla in 5′, che vale come ultimo “gesto” disperato. Non basta il -5. Lucca finisce l’opera negli ultimi 120” passando in vantaggio nella semifinale.

RICCHINI: “RIALZIAMOCI SUBITO” E’ sereno Roberto Ricchini alla fine del match di Lucca. “Accettiamo il verdetto di questo match, Lucca non è ai suoi primi playoff per caso – esordisce il coach -. Noi abbiamo pagato oltremodo la loro aggressività, non riuscendo a giocare al top. Ma non dobbiamo deprimerci, questa sconfitta deve essere d’insegnamento da venerdì, quando riprenderemo gli allenamenti. Dobbiamo lavorare per dare il massimo nei prossimi match interni”.

Troppi errori al tiro (41 dal campo, rispetto ai 34 delle toscane) ed una “anomala” inferiorità a rimbalzo (45-30 per Lucca), fondamentale spesso “vivo” in casa rossoblù. “La mia squadra – commenta Ricchini – non ha avuto un atteggiamento costante nell’attaccare la loro difesa e Lucca ha giocato con grandi motivazioni”. Eppure nel finale il Cras ha avuto la chance di riaprire la partita, giungendo sino al -1. “A quel punto dopo il loro timeout – commenta Ricchini – abbiamo avuto subito la palla del sorpasso, ma l’abbiamo errata. Nel ribaltamento Lucca ha ripreso a marciare”.

SOTTANA: “RIFLETTIAMO E RIPARTIAMO” I suoi 15 punti e soprattutto le tre “bombe” dell’ultimo parziale non sono bastate a fermare l’impeto lucchese. Giorgia Sottana analizza freddamente la sconfitta di Lucca e questo è un buon segno. “Ognuna di noi – evidenzia il play- è professionista e credo che si sia già fatto un esame di coscienza su cosa non è andato stasera. Abbiamo sofferto la loro aggressività e Lucca ci ha ridetto di che pasta è fatta. Ora torniamo a casa pensando che possiamo e dobbiamo ribaltare la serie a nostro favore”.

Giorgia crede nella forza del Cras. “Ci ho sempre creduto, assieme alle mie compagne sino alla fine di questo match. A maggior ragione ora con lo 0-1 sul groppone. A Taranto sono sicura che ritroveremo il nostro basket”.

L’ADDETTO STAMPA DEL CRAS ALESSANDRO SALVATORE

TEL. 3479045421, MAIL stampacrasbasket@gmail.com

SITO WEB www.tarantocrasbasket.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...