LE MURA LUCCA, VINTA GARA 1 CONTRO IL CRAS

LE MURA VINCE GARAUNO


Difesa, intensità, cuore. La piccola-grande squadra del Basket Le Mura piega il Cras Taranto in garauno della semifinale scudetto. Vince con pieno merito una partita condotta dall’inizio alla fine, contrassegnata da una prestazione superlativa dell’americana Shamela Hampton che non solo ha limitato la temuta Kia Vaughn, ma è stata un fattore in attacco e un elemento trascinante per le compagne.
Di fronte a quasi duemila spettatori che hanno tifato a gran voce dall’inizio alla fine, Le Mura ha dimostrato di avere più energia, più voglia, soprattutto di essere squadra nel vero senso della parola. La difesa di Diamanti ha tenuto Taranto a 26 punti dopo 27 minuti, momento in cui le biancorosse, grazie a 7 punti consecutivi di Andrade, hanno toccato quota 42 e il massimo vantaggio.
A quel punto Taranto ha reagito da grande squadra qual è, i canestri di Mahoney e Greco, le triple di Sottana hanno riportato sotto il Cras, arrivato a -1 a metà del quarto quarto. Lucca poteva accusare il contraccolpo psicologico, l’inerzia era tutta in mano alle pugliesi. Timeout di Diamanti e Le Mura infila un canestro di Hampton e una tripla di Bagnara. In un clima di totale esaltazione dei tifosi, che hanno seguito tutti in piedi gli ultimi 150 secondi, le biancorosse hanno respinto gli ultimi tentativi del Cras, chiudendo 61-54.
Grande la soddisfazione nell’ambiente di casa a fine gara, Le Mura ha fatto il bis, dopo aver piegato già Taranto in campionato, dimostrando di poter mettere in difficoltà una squadra forte come quella rossoblù.
Dice il coach di Le Mura, Mirco Diamanti: “Abbiamo meritato di vincere, abbiamo condotto la  gara per tutti i 40 minuti, riuscendo a fare quello che avevamo preparato in allenamento. La difesa? E’ stata straordinaria, con raddoppi e aiuti continui. Sapevamo di poter contare sull’appoggio e il calore dei nostri tifosi e avevo chiesto alle ragazze di partite forte per trascinare il pubblico e farci a nostra volta trascinare dal tifo”.
Un pubblico che Diamanti ha ringraziato a fine partita, portandosi al centro del campo ad applaudire i tifosi che hanno sostenuto la squadra per tutta la partita.
“Alla vigilia di garauno – conclude il coach di Avenza – il nostro obiettivo era vincere una delle prime tre sfide per avere la certezza di poter tornare a giocare garaquattro al Palatagliate. Ci siamo riusciti, male che vada nei due match di Taranto, giovedì 26 aprile ci ripresenteremo davanti ai nostri tifosi”.
 
UFFICIO STAMPA BASKET LE MURA
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...