FIP, NAZIONALE FEMMINILE SECONDA NEL TORNEO CITTA’ DI POMEZIA

POMEZIA – Si chiude con una sconfitta il Torneo “Città di Pomezia” che la Nazionale Femminile ha giocato nel fine settimana al Palalavinium: le azzurre sono state sconfitte 56-58 (Giorgia Sottana la miglior marcatrice azzurra con 12 punti) dalla Grecia, che si è così aggiudicata il primo posto. Terza l’Olanda, che ha superato la Bulgaria nel pomeriggio (50-39). Domani le azzurre riposano, martedì si torna in palestra per preparare il prossimo impegno, ovvero il torneo di Belgrado (3-5 giugno) contro Serbia, Israele e Romania.
“Abbiamo commesso qualche ingenuità di troppo e pagato nel finale – ha spiegato Roberto Ricchini – l’importante era però dimostrare di essere competitivi, pure con un gruppo così giovane e dopo pochi giorni di raduno. Il lavoro da fare non ci manca, lo sapevamo, ma il torneo di Pomezia dimostra che siamo sulla strada buona e da martedì torniamo a lavorare con rinnovata fiducia”.
Roberto Ricchini è partito con Sottana, Bagnara, Zanoni, Cinili e Wabara ma in avvio la Grecia si è fatta trovare più pronta. Sfruttando l’asse collaudato Limoura-Chatzinikolau-Papamichail, le elleniche hanno preso 8 punti di vantaggio (10-18) grazie all’eccellente selezione di tiro che ha fruttato ottime percentuali (8/9). Le azzurre sono state brave a non scomporsi e grazie a 5 punti di Spreafico (tripla e tiro in sospensione) hanno trovato il primo vantaggio sul 21-20: la tripla di Gatti ci ha poi permesso di allungare sul 26-22, l’ultimo canestro del secondo quarto l’ha realizzato un’ispiratissima Giorgia Sottana (32-27).
Nel terzo quarto ha regnato l’equilibrio, dopo il 6-0 siglato da Spatharou. A 7 minuti dalla fine la Grecia è tornata avanti col gioco da tre punti di Papamichail (47-50), l’Italia ha smarrito progressivamente la lucidità quando l’intensità difensiva delle elleniche è aumentata: Formica ha ricucito dal post basso con cinque minuti ancora sul cronometro (49-50), Kosma ha riportato sul +4 la Grecia, poi Sottana e Wabara sono state protagoniste del ritorno azzurro (-1 a 1′ 40″). La giocata decisiva l’ha fatta Papamichail recuperando un rimbalzo offensivo dopo due liberi sbagliati e poi convertendo i liberi del 52-55: dopo la palla persa di D’Alie è stata ancora Papamichail a realizzare da sotto il +5 (52-57). Sottana ha messo la sospensione del -3 a 35″ dalla fine e poi a 8 secondi dalla sirena il libero del -2. Di Kosma i liberi della sicurezza, prima dell’1/2 di D’Alie.
ITALIA-GRECIA 56-58 (19-20; 32-27; )
Italia: D’Alie 1, Cinili 6, Sottana 12, Gatti 7, Zanoni 2, Santucci 7, Formica 4, Spreafico 5, Laterza 2, Wabara 1, Gorini 5, Bagnara 4. Coach: Roberto Ricchini.
Grecia: Diela, Spatharou 10, Dimitrakou 8, Chatzinikolau 10, Kotsopoulous, Stavridau, Papamichail 10, Limoura 5, Sotiria 6, Kosma 3, Skiadopoulou 4, Spanou 2. Coach: Alexandros Daglas.
OLANDA-BULGARIA 50-39
Olanda: Kooij 13, Broring 3, Roubehie-Fissa, Kuijt, Klein 6, Van der Hoek 8, Daamen, Lighthart, De Roos 5, Halman 3, Van der Adel 2, Biesters 10. Coach: Meindert Van Veen.
Bulgaria: Karchovska, Ivanova 2, Kostova 1, Nikolova, Stanoeva 3, Bachvarova 6, Perostiyska, Miteva 4, Georgieva 12, Kostova, Delcheva, Peteva 11. Coach: Jose Maria Bucheta.
Prima giornata
Olanda-Grecia 45-48; Italia-Bulgaria 62-37
Seconda giornata
Bulgaria-Grecia 25-57; Italia-Olanda 56-52
Terza giornata
Olanda-Bulgaria 50-39; Italia-Grecia 56-58
Classifica finale: Grecia 6; Italia 4; Olanda 2; Bulgaria 0.
LE AZZURRE
Benedetta Bagnara (Guardia,1.78, 1987, Lucca)
Sabrina Cinili (Ala, 1.90, 1989, Umbertide)
Martina Crippa (Guardia, 1.78, 1989, Sesto S. Giovanni)
Rae Lin Marie D’Alie (Playmaker, 1.68, 1987, Battipaglia)
Valentina Fabbri (Centro, 1.97, 1985, Priolo)
Martina Fassina (Ala, 1.80, 1988, Alcamo)
Alessandra Formica (Ala, 1.89, 1993, Venezia)
Giulia Gatti (Playmaker, 1.68, 1989, Como)
Gaia Gorini (Playmaker, 1.82, 1992, Umbertide)
Maria Laterza (Centro, 1.90, 1989, Herzogenburg)
Lavinia Santucci (Ala, 1.85, 1985, Faenza)
Giorgia Sottana (Playmaker, 1.75, 1988, Taranto)
Laura Spreafico (Ala, 1.82, 1991, Como)
Abiola Wabara (Ala, 1.84, 1981, Cus Cagliari)
Ilaria Zanoni (Ala, 1.80, 1986, Sesto S.Giovanni)
IL GIRONE DELLE QUALIFICAZIONI EUROPEE
Girone E: ITALIA, Lettonia, Grecia, Finlandia, Lussemburgo.
LA FORMULA
All’EuroBasket Women 2013, che si giocherà in Francia dal 15 al 30 giugno, accedono le prime due squadre di ogni girone. Da questa edizione è stato abolito l’Additional Qualifying Tournament che qualificava l’ultima formazione proprio a ridosso dell’Europeo. Dall’edizione del 2015, EuroBasket Women vedrà la partecipazione di 20 squadre e non più di 16.
GIA’ QUALIFICATE
Russia, Turchia, Francia, Repubblica Ceca, Croazia e Gran Bretagna, ovvero le squadre ammesse alle Olimpiadi di Londra o al pre-olimpico, sono già qualificate per l’Europeo 2013.
IL CALENDARIO
12 giugno Lettonia-Italia (Riga ore 20.30)
20 giugno Italia-Lussemburgo (Frosinone ore 21.00 diretta Sportitalia1)
23 giugno Grecia-Italia (Atene ore 19.00)
27 giugno Italia-Finlandia (Latina ore 21.00 diretta Sportitalia1)
30 giugno Italia-Lettonia Latina (ore 21.00 diretta Sportitalia1)
7 luglio Lussemburgo-Italia (Contern ore 19.30)
11 luglio Italia-Grecia Latina (ore 21.00 diretta Sportitalia1)
14 luglio Finlandia-Italia (Vantaa ore 19.00)
Ufficio Stampa FIP
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...