AZZURRA CEPRINI ORVIETO, ARRIVA LA SCONFITTA DOPO UN ULTIMO QUARTO FATALE

AZZURRA, SCONFITTA IN TERRA SICILIANA.

A Priolo Isab Energy batte Ceprini Costruzioni Orvieto 81-63.

Nella 6a giornata del girone di andata di A1 femminile, Azzurra Ceprini Costruzioni Orvieto esce sconfitta dalla gara contro Isab Energy Priolo che dopo cinque sconfitte consecutive rialza la testa davanti al proprio pubblico. Le ragazze di Bondi, seppur non in giornata di grazia, sono riuscite a giocare alla pari con le avversarie per gran parte del match e a tratti hanno anche condotto la gara dimostrando di poter portare a casa i 2 punti. Fatale l’ultimo quarto dove sono stati troppi i canestri sbagliati e tante le palle perse dalle orvietane. Le cause sono forse da ricercare in un calo di concentrazione probabilmente dovuto all’eccessiva tensione che ha caratterizzato la gara per lunghi tratti unita, forse, alla lunga trasferta affrontata dalla squadra per raggiungere Priolo, alle porte di Siracusa.

Le due formazioni scendono in campo con Priolo che schiera Eric, Bonfiglio, Donvito, Veselovski e Cain mentre Orvieto risponde con Mariani, Fassina, Infante, Sutherland e Hampton.

Primo periodo subito ricco di emozioni: partono benissimo le padrone di casa che con un gioco da 3 punti di Eric, Bonfiglio per due volte e Veselovski impongono ad Azzurra un parziale di 9-0 interrotto da un canestro di Fassina. Sale però il nervosismo tra le siciliane per alcune decisioni arbitrali e le eccessive proteste portano ad un fallo tecnico fischiato a Bonfiglio. Infante realizza i primi 2 liberi poi Hampton vfa 2/2 sui successivi. Priolo reagisce al ritorno della Ceprini Costruzioni con una tripla di Donvito e un tiro di Cain che va a buon segno. Ma un altro fallo fischiato in favore delle ragazze di Bondi manda su tutte le furie Bonfiglio che protesta veementemente con gli arbitri e subisce un altro fallo tecnico. Si gioca in una bolgia. Baldelli fa 1/2 mentre realizza entrambi i successivi liberi Hampton. Azzurra sfrutta ottimamente il buon momento di gara e pareggia con una tripla di Fassina prima di andare a +2 con un canestro di Sutherland. Poi 2 liberi realizzati da Veselovski chiudono il primo quarto sul 22-22. E’ ottimo l’inizio di secondo periodo per la Ceprini Costruzioni Orvieto che grazie ai canestri di Hampton, Mariani e Sutherland si porta sul +6. Poi Eric segna, subisce il fallo e realizza il supplementare nuovamente azzerato dalla tripla di Mariani. Donvito e Seino riavvicinano Priolo ad Orvieto e si va al riposo lungo con le ragazze di coach Bondi avanti di 3, 35-38.

Inizio di terzo periodo choc per le orvietane: Azzurra sta conducendo di 6 ma la coppia arbitrale, forse per ristabilire la parità tra le due squadre sui falli tecnici ne fischia due di fila contro la Ceprini Costruzioni Orvieto, il primo a Maiorano ed il secondo ad Hampton. Azzurra si ritrova sotto di 2 e qui inizia il black out: poca concentrazione, tante palle perse e molti i canestri sbagliati. Nonostante tutto, anche grazie ad una tripla di Puliti, Azzurra resta agganciata alle avversarie e il terzo quarto si chiude sul 53-52.

Ma anche nel terzo quarto le orvietane sembrano non essere più in campo e le padrone di casa non perdonano e trascinate da Marija Eric allungano fino al definitivo 81-63.

Grande l’amarezza a fine gara per coach Angelo Bondi: “Sono molto dispiaciuto. Speravo in un approccio del tutto diverso della squadra, già nel primo quarto abbiamo subito 22 punti, che non è da noi, ma nonostante questo eravamo riusciti a mantenerci in partita e anche a chiudere avanti il secondo periodo. Poi anche gli arbitri hanno messo del loro, ma non voglio assolutamente cercare giusitificazioni. Dopo i due tecnici fischiati la squadra ha praticamente smesso di giocare per metà del terzo quarto e tutto l’ultimo periodo di gioco e su questo dovremo lavorare molto durante la settimana. E’ una sconfitta che brucia contro una squadra che potevamo e dovevamo battere anche sul loro campo. Diciamo che abbiamo anticipato il regalo di Natale ai nostri avversari. Spero ci serva da lezione e che possiamo fare tesoro degli errori commessi. Ora ci rimbocchiamo le maniche e pensiamo alla sfida di domenica prossima contro Cagliari”. Già, perchè domenica prossima si torna a Porano dopo due settimane e la Ceprini Costruzioni Orvieto si troverà davanti proprio il C.U.S. Cagliari uscito sconfitto dalla gara interna contro Taranto per 52- 70. Sugli altri campi vittoria esterna anche per la Lavezzini Parma che batte C.U.S. Chieti 70-62, mentre vincono in casa Famila Wuber Schio, battendo Faenza 73-54 e Gesam Gas Lucca che batte la capolista Umbertide 66-45 e la aggancia in testa alla classifica. Classifica che vede quindi in testa a 8 punti un gruppo formato da Lucca, Schio, Parma, Umbertide e Taranto. A 6 punti Orvieto seguita a 4 da Pozzuoli. Chiudono la classifica a 2 punti Cagliari, Chieti, Priolo e Faenza.

ISAB ENERGY PRIOLO:

Eric 21, Bonfiglio 14, Guerri ne, Donvito 11, Milazzo 5, Bestagno 1, Seino 13, Georgieva ne, Veselovski 4, Cain 12. All. Santino Coppa

AZZURRA CEPRINI COSTRUZIONI ORVIETO:

Maiorano, Mariani 7, Fassina 8, Puliti 5, Baldelli 3, Infante 10, Sutherland 10, Gulak 4, Tava ne, Hampton 16. All. Angelo Bondi

Finale: 81-63.

Parziali: 22-22; 35-38; 53-52.

5 Falli: Bonfiglio (Isab Energy Priolo – 2 tecnici), Fassina (Ceprini Costruzioni Orvieto)

Arbitri: Stefano Giampietro – Giulio Pepponi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...