AZZURRA CEPRINI ORVIETO, ANCORA UNO STOP CONTRO POZZUOLI

AZZURRA, CHE SUCCEDE?

La Ceprini Costruzioni Orvieto perde ancora, a Pozzuoli contro la G.M.A 63-54.

Ancora una sconfitta, la quinta consecutiva, per Azzurra Ceprini Costruzioni Orvieto che sembra non saper più vincere. Dopo il 65-53 di domenica scorsa contro la Lavezzini Parma nella prima giornata di ritorno di regoular season, in cui però la squadra di coach Angelo Bondi era apparsa per lunghi tratti di gara poter recuperare il risultato, Azzurra esce sconfitta anche dal Palazzetto dello Sport Errico di Pozzuoli, perdendo contro la G.M.A 63-54 giocando male e senza mai entrare in partita. Con questo risultato la Ceprini Costruzioni Orvieto viene raggiunta da Pozzuoli e Priolo alla penultima posizione in classifica, a quota 6 punti, con Cagliari che chiude il gruppo delle dieci formazioni di A1 a quota 2.

Puliti e compagne non riescono mai ad entrare nel vivo del gioco, sono disattente e imprecise e non recepiscono le indicazioni e i suggerimenti che arrivano dalla panchina. Già nel primo quarto, vengono fermate dalle campane sul 12-7.

Stesso copione nel secondo quarto quando le padrone di casa anche grazie ad una Morris in giornata allungano e vanno al riposo lungo sul 28-21.

La pausa non sortisce alcun effetto positivo sulle orvietane che tornate in campo non sembrano riuscire a rimettere la gara su binari positivi. Hampton e Sutherland mettono sui propri tabellini qualche punto in più ma entrambe restano sotto la doppia cifra mentre tra le fila di Pozzuoli Morris, Maznichenko e Pavia superano la quota e accompagnano Pozzuoli al +12 con cui si chiude il terzo periodo.

Negli ultimi dieci minuti di gioco a Pozzuoli non serve altro che amministrare il vantaggio maturato visto che Azzurra non riesce ormai a colmare un gap che più che tecnico e fisico sembra soprattutto mentale. Alla sirena finale il tabellone segna 63-54.

Una sconfitta che fa scattare un definitivo campanello d’allarme per una Ceprini Costruzioni Orvieto irriconoscibile da quella della prima parte del girone di andata, che aveva stupito e messo in difficoltà anche le avversarie più blasonate e fatto sognare il pubblico orvietano.

Duro il commento del Direttore Sportivo Paolo Egidi al termine del match: “Questa sera sono irritato. Irritato dall’atteggiamento messo in campo dalla squadra che non è mai entrata in partita, nonostante l’avversario fosse assolutamente alla nostra portata. La società vuole fare chiarezza su questo periodo negativo che la squdra sta attraversando e che ormai si prolunga da troppo tempo. In settimana ci vedremo per analizzare i motivi che possano aver determinato questo cambio di rotta rispetto alla prima parte del campionato.”

Sette giorni, quindi per cercare di riordinare le idee anche se il calendario non è certo di conforto alla squadra orvietana: domenica prossima, infatti, al Palasport di Porano è attesa la GoldBet Taranto che ha battuto Acqua&Sapone Umbertide 74-51.

Sugli altri due campi vittorie casalinghe sia per Lucca che si è imposta su Priolo 83-58 che per Chieti, vincente contro il C.U.S. Cagliari 85.71.

G.M.A. POZZUOLI:

Giordano, Pavia 13, Lubrano, Ferretti, Mazinchenko 14,

Greene 6, Minervino, Richter 5, Baggioli 3, Morris 22. All.Stefano Scotto di Luzio

AZZURRA CEPRINI COSTRUZIONI ORVIETO:

Maiorano 4, Mariani 3, Fassina 2, Puliti 9, Baldelli 2, Infantes 5,

Sutherland 8, Gulak 7, Nnodi, Hampton 14. All. Angelo Bondi

Parziali: 12-7; 28-21; 50-38.

5 Falli: Alice Richter (G.M.A Pozzuoli)

Arbitri: Saverio Barone di Brescia – Valerio Grigioni di Roma

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...