ACQUA&SAPONE UMBERTIDE, INSIDIE NELLA TRASFERTA A PRIOLO

IN VOLO VERSO PRIOLO

Si parte sabato, volo Roma Catania, con un carico di buoni proposito, ritorno
lunedì mattina, sperando di aver sfatato il tabù che ha visto l’Acqua&Sapone
Umbertide sempre sconfitta in terra siciliana. Partita attesa quella tra le
truppe di Coppa  e Serventi il cui esito avrà risvolti importanti per la
classifica di entrambe. Una vittoria di Bonfiglio e compagne darebbe  loro un
pass quasi automatico verso l’accesso ai play  off; due punti per la
Pallacanestro Femminile Umbertide sarebbero il viatico per una classifica di
grande prestigio e per l’inizio di un ciclo, cui il pur logoro termine di
‘terribile’, mai appare più appropriato. Dopo il viaggio a Priolo, le
giovanotte umbertidesi saranno attese dalle regine del torneo: domenica 10
arriverà Lucca al PalaMorandi  ed il 14 febbraio  un insolito S.Valentino con
la visita alla capolista Schio. Un tour de force anomalo visto che Cinili e
compagne dopo aver disputato  2 gare in 38 giorni, ne hanno davanti 3 in soli
11 e per poi star ferme altri 17  in attesa del viaggio a Chieti. Stranezze di
un campionato anomalo e speriamo irripetibile per il bene del movimento
cestistico al femminile. Si affronteranno anche due “filosofie” diverse (per
usare un parolone  n.d.r): da un lato la scelta di seguire virtù e difetti
della’ beata gioventù’ di Gorini, Dotto, Tognalini e compagnia; dall’altro
Seino, Bonfiglio, Donvito, Veselovskij a mettere in campo tutto il fattore
esperienza. Tra l’altro queste atlete stanno tutte disputando una ‘signora’
stagione con “Valla” Donvito  tornata ad ottimi livelli dopo due stagioni di
avanti-indietro con l’infermeria. Lei da una parte e Buccianti dall’altra
saranno le ex della partita. Una sfida a scacchi anche per la meticolosa
preparazione delle strategie, specie difensive, che Serventi e Coppa stanno
studiando in vista del match di domenica.  I numeri parlano di potenziali d’
attacco quasi equivalenti (65 a 64,3 le medie punti a favore di Umbertide), ma,
aldilà delle statistiche che non danno punti in classifica, la ‘mira’ di Priolo
appare in  crescita di condizione, mentre  la precisione delle bocche da fuoco
biancoblu è ultimamente in fase calante. Diverso il discorso difesa dove  la
solidità di Moss &company fà sì che Acqua&Sapone subisca meno di 60 punti a
gara (59,38) contro i 67 della Trogylos.  Priolo è invece più precisa sia da 2
che dalla lunga distanza dove vanta un 33,50%- seconda solo a Schio- mentre
Umbertide può rifarsi nel minor numero di palle perse: 251 contro 293. Le
tiratrici da tener d’occhio sono, per parte siciliana, Veselovskij con 13,4
punti a gara, Eric con 11,4 e la citata Donvito con 10,7. In casa PfU Moss
viaggia a 16,31 punti , Willis 12,4 e Halman 10,3. Duello da vedere anche
quello sotto i tabelloni dove Seino è seconda nella graduatoria rimbalzi
difensivi e sempre Willis comanda in quelli in attacco. Al campo il responso
finale

Ufficio Stampa PFU

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...