GESAM GAS LE MURA LUCCA, SCHIO VINCE GARA 1 MA LUCCA LOTTA FINO ALLA FINE

Gesam Gas sconfitta in gara1 dopo un match spettacolare

 

Gara1 della finale scudetto non ha disatteso i pronostici. Una cornice di pubblico fantastica
ha riempito le gradinate del PalaTagliate (3000 spettatori) per la supersfida fra Gesam
Gas Le Mura e Famila Schio. Una coreografia stupenda ha accompagnato le ragazze
biancorosse al momento della presentazione, per questo storico evento che ha raccolto
tanti tifosi ed appassionati di una città intera.

Un calore immenso di un pubblico meraviglioso che ha sospinto le biancorosse per tutta
la partita e anche oltre. Le ragazze lucchesi non hanno assolutamente tradito perchè,
nonostante la sconfitta, hanno dimostrato di potersela giocare contro una corazzata come
la Famila Schio, facendo una rimonta da manuale, passando in vantaggio e sfiorando
l’impresa, giocandosi la gara punto a punto fino alla fine. E’ stato un match spettacolare,
intenso, fisico, fra due formazioni che al fischio finale avrebbero meritato entrambe di
vincere. Ad esultare è però la Famila, la squadra sicuramente accreditata per la vittoria
del tricolore, la squadra più esperta in questo tipo di competizioni, che ha però dovuto dar
fondo a tutte le proprie energie per conquistare gara1. Per Gesam Gas resta sicuramente
un po’ di rabbia a fine gara e, benché la strada si sia fatta più ripida, possiamo essere certi
che a Schio la truppa biancorossa venderà cara la pelle.

I quintetti: Gianolla, Bagnara, Andrade, Johnson e Ruzickova per Lucca; Wambe,
Masciadri, Macchi, Godin, Nadalin per Schio. Gesam Gas parte forse un po’ intimorita e
la Famila ne approfitta subito portandosi sul 7 a 0 con Wambe, Godin e Masciadri. Lucca
trova il primo canestro con Ruzickova dopo tre minuti, ma le ospiti non sbagliano un colpo
e coach Diamanti è costretto al time-out sul 12 a 4 orange. Le difese si fanno asfissianti,
ma Lucca prova a ricucire con Johnson, Andrade ed una tripla di Bagnara; le ospiti però
chiudono la prima frazione sul 20 a 13 grazie a Lavander e Sottana ai liberi. Nel secondo
quarto la battaglia si fa più fisica; Sottana colpisce subito dalla distanza per il +12, ma
Gesam Gas trova buone chiusure e torna sotto con una tripla di Gianolla ed una parabola
di Ress (27-19 Schio) a 4 dal termine. Un tecnico ad Andrade (per proteste, su un fallo
alquanto discutibile su Godin) ed i conseguenti liberi di Macchi riportano la Famila sul +9,
che diventa +11 con Lavender e 2,30 da giocare (32-21), ma quattro punti consecutivi di
Ruzickova tengono a galla Lucca a metà gara (36-27 orange).

Nella ripresa si gioca punto a punto per i primi minuti, anche se le conclusioni a canestro
sono molto forzate. Lucca difende con cuore e al minuto 26 riesce a portarsi a -5 grazie
agli affondi di Dotto e Ress (42-37). Ancora Dotto per il -3 e Andrade, ai liberi, per il -1 con
il PalaTagliate che diventa una bolgia. A Lavender risponde Ress, ma nel finale ancora
il centro biancorosso non sbaglia, portando per la prima volta Lucca avanti, 45 a 44 ed
un ultimo quarto da vivere con il fiato sospeso. E’ una tripla di Gianolla ad infiammare il
PalaTagliate, ma adesso è una Gesam Gas rigenerata quella che si batte su ogni pallone.
Schio ritrova i primi punti con i liberi di Lavender dopo 5 minuti di digiuno (48-46 a -7.30).

Due triple timbrate Sottana e Masciadri riportano Schio a +2 con 5 sul cronometro, ma
Lucca è viva e risponde subito con l’11esimo punto di Ruzickova; Sottana per Schio, poi
Dotto per il 54 pari a 3.30 da giocare. Macchi non sbaglia dalla distanza, ma ancora Dotto
in penetrazione riporta Gesam a -1. Esce anche Nadalin per falli e Ress ne approfitta per
il controsorpasso ad 1.20 dal termine (58-57). Lavender cattura un rimbalzo fondamentale
e segna da sotto, infine un libero di Macchi decreta la parola fine su questo bellissimo ed
emozionante match. L’applauso di 3000 persone al fischio finale è la degna dimostrazione
di quanto queste ragazze stanno dando alla città, del valore di questa squadra e di questo
gruppo fantastico. Prossima tappa per gara2 a Schio, giovedì 2 maggio alle 20.30, per
un’altra battaglia.

Masciadri in conferenza stampa: “Siamo partite decise, anche se nel terzo quarto abbiamo
perso un po’ la testa. Nell’ultima frazione siamo tornate a difendere come volevamo
e a catturare rimbalzi importanti che ci hanno permesso di portare a casa la vittoria.
Sapevamo che Lucca avrebbe dato il massimo, ma nonostante le emergenze e giocatrici
fuori per falli, non ci siamo disunite”.

Ress: “Non c’è delusione, forse rabbia per come è andata. Siamo partite contratte, ma
abbiamo comunque fatto vedere che possiamo lottare alla pari contro Schio. Sono però
fiera della squadra per come ha giocato”.

Coach Lasi: “E’ stata un’impresa, perchè Lavender non si è allenata per cinque giorni
e avevamo problemi di falli. Sapevamo che non sarebbe stato facile; abbiamo giocato
bene per i primi due quarti, poi nel terzo quarto abbiamo smesso di difendere e loro
sono rientrate. Nel finale siamo stati più cinici, riuscendo a sfruttare tutte le occasioni che
abbiamo avuto”.

Coach Diamanti: “Al di là del risultato sono comunque contento perchè abbiamo lottato
nonostante una brutta partenza. Abbiamo concesso troppe facili conclusioni all’inizio, ma
dopo siamo rimasti lì con la testa, rientrando e giocandocela punto a punto. Peccato per
il rimbalzo di Lavender che forse ci ha condannato, ma abbiamo dato tutto e andremo
a Schio con la mentalità giusta, per provare a giocarcela nuovamente di fronte al nostro
pubblico”.

Forza Lucca, “it ain’t over until it’s over”, non è finita finché non è finita!

Il tabellino:

Gesam Gas Lucca – Famila Schio 58-63 (13-20, 27-36, 45-44)

GESAM GAS LUCCA: Johnson 8, Dotto 12, Spreafico , Ress 10, Andrade 8, Favilla ne,
Mei ne, Bagnara 3, Ruzickova 11, Gianolla 6. All. Diamanti

FAMILA SCHIO: Consolini , Sottana 13, Benko , Wambe 5, Masciadri 10, Ramon , Godin
4, Lavender 16, Nadalin 2, Macchi 13. All. Lasi

Arbitri: Brindisi (TO) e Wassermann (PN)

Note: tecnico ad Andrade al minuto 16.03, a Nadalin al minuto 24.48. Uscita per 5 falli
Godin al minuto 33.35 e Nadalin al minuto 38.28.

Lorenzo Vannucci
Addetto stampa Basket Femminile Le Mura

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...