FIP, ITALIA ULTIMA NEL TORNEO DI MOGILEV DOPO LA SCONFITTA CON LA SERBIA

La Nazionale Femminile è stata sconfitta dalla Serbia (62-73) nell’ultima giornata del torneo di Mogilev (Bielorussia): le Azzurre sono state costrette alla rimonta da una partenza negativa ma dopo essere scivolate a -22 sono riuscite a tornare anche  a -2 nell’ultimo quarto. Martina Fassina è stata la migliore marcatrice della gara con 18 punti, in doppia cifra anche Giorgia Sottana a quota 10. Domani il ritorno in Italia e lunedì a Roma la ripresa del raduno all’Acqua Acetosa: giovedì si parte per la Francia, il 15 l’esordio all’EuroBasket Women contro la Svezia a Vannes.

“Partite come queste ci servono molto – ha commentato a fine partita Giovanni Lucchesi, assistente di Roberto Ricchini – perché ci fanno capire quanta energia serva in campo internazionale per tenere testa alle altre squadre. Anche oggi, dopo un avvio preoccupante, c’è stata una reazione rabbiosa ma non basta: all’Europeo dobbiamo evitare in tutti i modi questi cali di tensione già dal primo minuto della partita con la Svezia, che però non è detto sarà decisiva”.

LA CRONACA – Ricchini (fuori per l’occasione sono rimaste Ilaria Zanoni e Sabrina Cinili) è partito con un quintetto composto da Sottana, Dotto, Consolini, Fassina e Ress. L’avvio è stato traumatico perché gli 8 punti consecutivi di Rad (11-0 Serbia) ci hanno fatto sprofondare sul 14-2 dopo appena 4 minuti. Il distacco si è ampliato col passare dei minuti, con le Azzurre incapaci di aggirare l’aggressività difensiva delle serbe, e dopo il -18 dell’intervallo (40-22), è arrivato anche il -22 in apertura di terzo quarto. E’ stata un’eccellente Fassina a suonare la carica per l’Italia, che grazie alla tripla di Consolini e all’ottimo impatto di Formica, ha messo insieme il 19-4 che sul sottomano di Gorini ci ha riportato a contatto (59-57). I due liberi di Radocaj ci hanno nuovamente allontanato, la Serbia ha trovato punti in lunetta anche da Ajanovic e da Rad e si è nuovamente allontanata fino al definitivo 62-73. Luci e ombre nella partita delle Azzurre, letteralmente in balìa della Serbia nel primo tempo e poi però capaci di riaprire la partita con un quarto periodo di ottima fattura.

Italia-Serbia 62-73 (13-25; 22-40; 38-55)

Italia: Consolini 3 (0/3, 1/2), Fassina 18 (6/8, 0/2), Sottana 10 (2/4, 1/2), Gatti 2 (0/1, 0/2), Masciadri 3 (0/6, 1/1), Wabara, Bagnara 3 (0/2 da 3), Formica 8 (3/6), Ress 4 (1/4), Dotto 4 (2/6, 0/1), Gorini 5 (2/4), Crippa 2 (1/2). Coach: Roberto Ricchini.

Serbia: Radocaj 11 (2/4, 0/3), Cado 7 (2/2, 1/2), Krnjic 6 (1/2), Jovanovic 7 (2/2, 0/1), Milovanovic 5 (1/4, 1/1), Butuljia 4 (2/5, 0/1), Ajanovic 6 (1/1), Crvendakic, Dabovic M. 3 (0/2, 1/1), Rad 13 (3/4, 1/3), Ajdukovic 5 (2/5), Dabovic A. 6 (3/3). Coach: Marina Maljkovic.

Percentuali di tiro: T2P: Italia 17/44; Serbia 19/34. T3P: Italia 3/13; Serbia 4/12. TL: Italia 19/24; Serbia 23/32.

Rimbalzi: Italia 28; Serbia 30.

Classifica: Bielorussia 6; Ucraina 4; Serbia 2; Italia 0.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...