EUROBASKET WOMEN 2013, OGGI ITALIA-SERBIA ALLE 17

ORCHIES – Domani alle ore 17.00 la Nazionale Femminile gioca contro la Serbia il quarto di finale dell’EuroBasket Women (diretta su Sportitalia1): vincendo le Azzurre entrano nelle prime otto e si qualificano per il Mondiale 2014 ma anche in caso di sconfitta la porta per la competizione che si giocherà il prossimo anno in Turchia rimane aperta perché alla squadra di Roberto Ricchini basterà entrare nelle prime cinque (sei se tra le prime cinque c’è anche la Turchia Paese ospitante). Dopo la Serbia, l’Italia affronterà la vincente o la perdente di Spagna-Repubblica Ceca.

Smaltita rapidamente la legittima gioia seguita al successo sul Montenegro che è valso l’accesso ai quarti di finale, la squadra è tornata al lavoro: in mattinata la seduta video per studiare la Serbia, dalla 16.30 alle 18.00 l’allenamento in palestra. La fase finale si giocherà a Orchies, località a meno di 30 chilometri da Lille, e così la squadra non si è mossa dall’albergo che l’ha ospitata nella seconda fase. L’ingresso nelle prime otto dell’Europeo era considerato un sogno prima di partire per la Francia ma a questo punto le Azzurre vogliono andare fino in fondo.

“E’ importante il risultato e soprattutto è importante il modo in cui l’abbiamo ottenuto, ovvero confrontandoci con squadre fortissime e contando solo sulle nostre forze. Nelle prime otto sono arrivate tutte e tre le formazioni del nostro girone, ovvero Italia, Svezia e Spagna, dato che certifica la qualità del nostro percorso. La Serbia è un’ottima squadra, durante la preparazione le abbiamo incontrate e abbiamo perso due volte ma domani sarà sicuramente un’altra partita perché se sia noi che loro siamo arrivati ai quarti di finale vuol dire che siamo cresciuti giorno dopo giorno”.

Le Azzurre sono tutte in ottime condizioni, la lunghezza dell’organico e le rotazioni estese adottate da Ricchini hanno permesso all’Italia di arrivare all’ultima fase della competizione in condizioni fisiche eccellenti nonostante le 17 partite giocate, tra tornei di preparazione ed Europeo, dal 13 maggio al 14 giugno.

Certamente l’impegno di domani è complicato e non può essere altrimenti nel quarto di finale di una competizione così importante: all’Europeo la Serbia ha perso le prime due partite (Gran Bretagna e Serbia) ma poi ne ha vinte quattro di fila (Lettonia, Bielorussia, Croazia e Repubblica Ceca): la giocatrice di riferimento è la 24enne Milovanovic (12.7 punti e 4.5 rimbalzi), ala capace di rendersi pericolosa in ogni zona del campo, mentre le altre due punte di Maljkovic sono le sorelle Dabovic. Milica assicura leadership e regia, la più giovane Ana è una guardia incostante ma con tanti punti nelle mani (11.7). Completano l’organico giocatrici affidabili e collaudate: Matic e Ajanovic sotto canestro, Jovanovic e Radocaj tra le piccole. A Belgrado l’1 giugno la Serbia ci ha battuto 73-53, il 7 in Bielorussia è arrivato il secondo ko (62-73)

 —
Il programma dei quarti di finale
26 giugno, ore 17.00 Italia-Serbia (diretta Sportitalia1)
26 giugno, ore 20.00 Spagna-Repubblica Ceca
27 giugno, ore 17.00 Turchia-Bielorussia
27 giugno, ore 20.00 Francia-Svezia
Orchies, ore 17.00 – Italia-Serbia (diretta su Sportitalia1)
ITALIA
4 Francesca Dotto (’93, 1.69, playmaker)
5 Martina Fassina (’88, 1.82, ala)
6 Sabrina Cinili (’89, 1.90, ala)
7 Giorgia Sottana (’88, 1.78, playmaker)
8 Giulia Gatti (’89, 1.68, playmaker)
9 Ilaria Zanoni (’86, 1.80, ala)
10 Gaia Gorini (’92, 1.82, playmaker)
11 Raffaella Masciadri (’80, 1.85, ala)
12 Abiola Wabara (’81, 1.83, ala-centro)
13 Benedetta Bagnara (’87, 1.78, guardia)
14 Kathrin Ress (’85, 1.96, centro)
15 Alessandra Formica (’93, 1.90, ala-centro)
Coach: Roberto Ricchini
SERBIA
4 Tamara Radocaj (playmaker, 1.70, ’87)
5 Bojana Vulic (ala-centro, 1.91, ’84)
6 Sasa Cado (ala, 1.78, ’89)
7 Sara Krnjic (centro, 1.92, ’91)
8 Nevena Jovanovic (ala, 1.78, ’90)
9 Jelena Milovanovic (ala, 1.90, ’89)
10 Dajana Butulija (ala, 1.75, ’86)
11 Ivanka Matic (centro, 1.93, ’79)
12 Ines Ajanovic (centro, 1.96, ’80)
13 Milica Dabovic (playmaker, 1.75, ’82)
14 Ana Dabovic (guardia-ala, 1.83, ’89)
15 Jovana Rad (ala, 1.87, ’87)
Coach: Marina Maljkovic
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...